Pubblicità

Aiutatemi (123282)

0
condivisioni

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 120 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Silvi 18

Vi prego aiutatemi. Non riesco a smettere. Sono una ragazza di 18 anni e l'unico mio continuo pensiero è mangiare. Mangio troppo, sempre, sono insaziabile. Sono arrivata a 2 pizze e mezza in una sera; un pomeriggio dopo pranzo a 19 pastine e 3 fette di torta; un dopo cena a una confezione di loaker,1 mela, 1 yogurt, nutella e gelato. E così via tutti i giorni, aumento a vista d'occhio. Ho provato di tutto, tante volte sono ricorsa a vomitare appositamente. Penso di avere qualche problema. Vi prego aiutatemi: come faccio a smettere di mangiare? Penso a qualcos'altro e non ci riesco. Mia mamma è contenta se mangio tanto mentre nella mia testa s'agita una vocina che dice 'basta Silvi, smettila!'. Allora mi "tappo" le orecchia, faccio finta di non sentirla. Ho paura.

Cara Silvi, non esiste un comando che riesca a farti smettere di mangiare, ma lo puoi costruire con l'aiuto di una terapia mirata al tuo comportamento alimentare. Rivolgiti ad uno psicologo in carne ed ossa. Ti consiglio una persona che segue l'orientamento cognitivo-comportamentale perchè ti fornirebbe delle strategie che puoi utilizzare anche una volta terminate le sedute, parla del tuo problema ed eventualmente coinvolgi tua madre. Non ho capito se tua madre vuole vederti mangiare perchè non si accorge dei pericoli dell'obesità o perchè tu sei oggettivamente troppo magra, ma vale la pena di fare qualche incontro dallo psicologo anche con lei per trovare un giusto equilibrio nel vostro modo di vederti.

(risponde la Dott.ssa Sara Ginanneschi)

Pubblicato in data 08/08/08

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di anoressia/bulimia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store
0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Difficoltà nei rapporti sessua…

Emilio, 20     Salve, sono Emilio, ho 20 anni. ...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Allucinazioni

Con il termine allucinazioni si fa riferimento alla percezione di qualcosa che non esiste, ma che tuttavia viene ritenuta reale. Le allucinazioni si presenta...

Bad trip

Con l'aggiunta dell'aggettivo bad (bad trip), si indicano in specifico le esperienze psico-fisiche definibili come negative o spiacevoli per il soggetto. In it...

La vecchiaia

Il passaggio dalla mid-life alla vecchiaia è al giorno d’oggi più sfumato e graduale che nel passato, a causa dell’aumento della durata media della vita, del pr...

News Letters

0
condivisioni