Pubblicità

Alimentazione (148959)

0
condivisioni

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 239 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Valentina, 24

Gentile dottore,
mi chiamo Valentina, ho 24 anni. Sono altra 1,65 m e peso 115 kg! Da circa tre anni soffro di amenorrea secondaria, e recentemente sono stata operata per asportare una cisti paraovarica. E' superfluo sottolineare il disagio che provo per le mie condizioni di obesità e amenorrea, soprattutto dal punto di vista psicologico. Mi sono ritrovata più volte ad attribuire al mio aspetto fisico le cause dei miei insuccessi nella vita... Non credo di soffrire di particolari disturbi alimentari, ma solo di un rapporto con il cibo che non definirei del tutto patologico, ma complesso, a tal punto da impedirmi di portare a termine una qualsiasi dieta. Vi scrivo per chiedervi, con il cuore in mano, che cosa posso fare? A chi posso rivolgermi per capire come affrontare in maniera funzionale il mio relazionarmi al cibo, alle diete? Grazie!

Gentilissima Valentina,
il nostro rapporto col cibo è sempre "complesso" anche perchè di solito è metafora delle modalità con cui gestiamo la relazione con il mondo. La descrizione del suo problema è molto scarna, tuttavia è evidente il disagio che sta vivendo. Probabilmente intraprendere una dieta sarebbe solo un passo del percorso necessario per recuperare un senso di autoefficacia e controllo sulla propria vita. Sarebbe più utile iniziare un percorso psicoterapeutico che la aiuti non solo nel sostenere la motivazione verso una dieta più sana ed equilibrata, ma soprattutto a gestire le sue emozioni e le sue relazioni con gli altri e con se stessa.

 

(Risponde la Dott.ssa Bongiorno Laura)

Pubblicato in data 08/05/2012

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Madre (1540532640215)

Giusi, 60     Non riusciamo a relazionarci con nostro figlio di 31 anni. ...

Senso di colpa di per aver det…

Delia, 36     Mio figlio di tre anni e mezzo, sta avendo difficoltà ad ambientarsi alla scuola materna. ...

Come non riesco a vivere (1541…

Giulietta, 21     Salve.. Mi chiamo Giulia, ho 21 anni e penso di avere dei seri problemi con l'ansia e le relazioni. ...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Burnout

Il burnout è generalmente definito come una sindrome di esaurimento emotivo, di depersonalizzazione e derealizzazione personale, che può manifestarsi in tutte q...

Sessualità

La sessualità può essere intesa come l’espressione fondamentale dell’essere umano che coinvolge tutti gli aspetti della sua personalità: razionalità, affettivit...

Confabulazioni

La confabulazione è un sintomo frequente in alcune malattie psichiatriche, dovuto alla falsificazione dei ricordi. Questa sintomatologia clinica è mostrata da ...

News Letters

0
condivisioni