Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

alimentazione compulsiva (164007)

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 245 volte

Diana, 27

Gentile Dottore,
sono una giovane donna di 27 anni alta 172 cm e peso attualmente 77 kg,risultato di un paio di mesi di dieta. Il mio peso è sempre stato oscillante  e non ho mai provato la felicità di raggiungere il mio peso forma. Fortunatamente godo di ottima salute, mi ammalo raramente e faccio un'ora di corsa leggera, unita a pesi e addominali circa 4 volte la settimana. Il problema che mi affligge è che quando sono sola e annoiata mi abbuffo...  sono sposata da due anni laureata ed ho un lavoro che mi soddisfa però mi accorgo che l'unico modo per sentirmi
completamente appagata è mangiare... tutto quello che trovo in casa, che siano biscotti o formaggi li spazzolo via in un lampo. Un'ultima informazione che posso fornirvi ma non so se può essere correlata è che dall'adolescenza ho tendenze bisessuali che però mantengo latenti con mia profonda frustrazione... recentemente ho avuto una sorta di colpo di fulmine per una collega (il fatto che in due mesi ho perso sei chili l'ho anche attribuito alla possibilità di piacerle) ... credo di essere stata abbastanza precisa e sincera e spero di avervi fornito informazioni sufficienti.
Vi ringrazio anticipatamente




Cara Diana,
leggendo la sua lettera posso rilevare come il mangiare sia in alcuni casi la risposta ad una sua sofferenza emotiva quindi sia che si tratti di un'insoddisfazione familiare o insoddisfazione amorosa o ansia per non poter raggiungere una cosa deisderata sempre di sofferenza emotiva si tratta. Io le consiglierei di individuare strategie alternative da utilizzare in risposta a quando si attiva la sofferenza emotiva però non posso essere più preciso in quanto da quanto mi scrive non posso avere esempi a sufficienza. La rimando ad un colloquio con uno Psicoterapeuta ad indirizzi Cognitivo Comportamentale.

Saluti Mirko Dai Prà


(Risponde il Dott. Mirko Dai Prà)

 

Pubblicato in data 07/01/2014

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

ansia (1510264195644)

Vanessa, 44     Ciao. Sono una donna single, innamorata dei viaggi. ...

Credo che al mio ragazzo inte…

Flavia, 23     Salve, sono una ragazza di 23 anni. Per cinque mesi sono stata con un ragazzo che ho lasciato nei giorni scorsi. ...

Depressione a causa di una rag…

Pasq, 25     Sono un ragazzo di 25 anni, 1 anno fa conobbi una ragazza, e subito abbiamo stretto amicizia e siamo diventati molto amici. ...

Area Professionale

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

La psicologia incontra l'arte …

Ancora una volta la psicologia scende fra la gente e si preoccupa del benessere e della bellezza. Ancora una volta gli psicologi dimostrano una grande capacità ...

Le parole della Psicologia

Parafilia

  Con il termine Parafilie si fa riferimento ad un insieme di perversioni sessuali caratterizzate dalla presenza di comportamenti regressivi che prendono ...

Ninfomania

Il termine ninfomane viene da ninfa (divinità femminile della mitologia e/o nome dato alle piccole labbra della vulva) e mania (che in latino significa follia)...

Amnesia

Dal greco a-mnesis (non-ricordo), il termine amnesia indica la compromissione grave e selettiva della memoria a lungo termine (MLT), indipendente dal tipo di st...

News Letters