Pubblicità

Alimentazione squilibrata (010610)

0
condivisioni

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 110 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Giorgia, 18 anni

Sono una ragazza di 18anni,(alta 1,69 x 51kg) e ormai da tempo soffro di un grave disturbo alimentare,che sta
rendendo difficile la mia vita e quella di chi mi sta intorno.Cerco di stare perennemente a dieta per paura di ingrassare,ma purtroppo è un periodo che ogni tentazione riesce a coinvolgermi cosi mangio, fino a riempirmi lo stomaco da star male!Presa dal senso di colpa mi auto- induco vomito,fino a liberarmi quasi del tutto di questo "peso"! dopodichè si ricomincia...dieta e abbuffate!3giorni a dieta e 1giorno mi abbuffo!Non riesco a vivere più!vorrei chiudermi per sempre nel sonno piuttosto che portarmi ancora questo peso sulle spalle...è la mia ossessione.Penso al cibo quando mi sveglio,quando lavoro,quando faccio sport!il cibo mi terrorizza!!Non mangio nemmeno più a tavola con la mia famiglia per paura di cadere in tentazione...la mia famiglia mi è vicinissima,ma purtroppo nessuno riesce a "curarmi".Per me non esiste più una via di mezzo..o mangio troppo o mangio troppo poco!non riesco più ad equilibrare la mia dieta.Ho bisogno di aiuto.Cosa posso fare?? Grazie di cuore

Carissima Giorgia, capisco pienamente il suo sentimento di sconforto, di frustrazione e di grande rabbia.
E' fondamentale che qualcuno le stia vicina in questo momento ma questo non basta perchè lei si sentirà comunque sola con il suo grande problema. E' indispensabile una terapia, deve assolutamente rivolgersi ad uno psicologo che l'aiuti ad uscire da questa malattia. il sostegno e l'amore di chi le sta accanto sono sicuramente fondamentali, ma purtroppo non sono curativi. L'unica cura è la terapia grazie alla quale lei riscirà a venira a contatto con le parti di sè che sono ben nascoste e che le fanno del male. Non lasci trasccorre troppo tempo, prenda in mano la sua vita, con la forza che sicuramente c'è da qualche
parte dentro di sè e la usi per aiutarsi a guarire. In bocca al lupo.

( risponde la dott.ssa Anna Maria Casale )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di anoressia / bulimia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Essere spocchioso... (15472251…

Paolo, 42     Quali sono i significati profondi e psicologici di una persona "spocchiosa" ? ...

Senso di colpa (1547112077890…

Pietro, 25     Buongiorno, intorno all’età tra i 10 e i 13 anni mi è capitato più volte di “toccare” (senza costrizione) mia cugina più piccola (...

Mio fratello ha tentato il sui…

Sofia, 19     Salve, scrivo per mio fratello. Si chiama Lorenzo ed ha 19 anni. ...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Disturbo Istrionico di Persona…

Disturbo di personalità caratterizzato da intensa emotività e costanti tentativi di ottenere attenzione, approvazione e sostegno altrui, attraverso comportament...

Gerontofilia

Con il termine  gerontofilia (dal greco geron  anziano e philia cioè amore affinità) si indica una perversione sessuale caratterizzata da un'esclusi...

L'attenzione

L'attenzione è un processo cognitivo che permette di selezionare stimoli ambientali, ignorandone altri. È quel meccanismo in grado di selezionare le informazio...

News Letters

0
condivisioni