Pubblicità

Anoressia (123456)

0
condivisioni

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 84 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Claudia 18

Salve, sento come mio il problema della mia amica L. con il suo corpo e la cosa che più mi preoccupa è che non so come posso aiutarla. E' dimagrita moltissimo da circa 6 mesi, si vede grassa, mangia pochissimo, ed ultimamente in famiglia la obbligano a mangiare normalmente alimentando in lei l'odio verso se stessa. Ho letto su una rivista riguardante l'anoressia che col tempo può come far addormentere il metabolismo basale e che se in modo repentino si torna a mangiare come si faceva in precedenza, il fisico assimila tutto facendo ingrassare. Ad L.sta accadendo questa cosa, e cioè che se mangia un poco di più assimila tutto ingrassando.. Io mi sento come inutile verso di lei, le ripeto in modo quasi ossessivo che non è come crede, vorrei anche portarle delle riviste, spingerla a farsi aiutare da qualcuno, ma non so se cosi facendo sbaglio.. Inoltre ha mancanza del ciclo mestruale da tre mesi.. Vorrei aiutarla senza dirle di aver chiesto il vostro aiuto, perchè temo possa non fidarsi più di me come è accaduto con la sua famiglia.. Vi prego di rispondere alla mia richiesta.. Grazie..

Cara Claudia, stai già aiutando la tua amica preoccupandoti per il suo bene. Quello che hai letto sulla rivista è in parte vero: il metabolismo diventa molto più lento quando si riduce drasticamente la quantità di cibo introdotto, perchè il corpo interpreta questa riduzione come una "carestia" naturale, e quindi lavora "a risparmio", non brucia che il minimo indispensabile per economizzare le risorse. Anche la scomparsa del ciclo ha la stessa origine. La tua amica ha bisogno di un aiuto di equipe, non basta un medico, ne assolutamente può fare da sè. Ti consiglio di cercare un centro ospedaliero per la cura dei disturbi alimentari e di prendere un appuntamento per lei, poi le parli e le spieghi che questo è davvero l'unico modo per uscirne, farsi aiutare. Se passa ancora del tempo è sempre più difficile poi sradicare queste false convinzioni, e la mancanza di ciclo può causare danni anche seri. La cura presso l'ospedale passa attraverso il sistema sanitario quindi il costo è davvero irrisorio. Eventualmente potresti far leggere a lei questa lettera, in fondo il tuo è un gesto d'amore verso di lei. ciao

(risponde la dott.ssa Camilla Ponti)

 

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di anoressia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Come non riesco a vivere (1541…

Giulietta, 21     Salve.. Mi chiamo Giulia, ho 21 anni e penso di avere dei seri problemi con l'ansia e le relazioni. ...

Compagno con attacchi di rabbi…

Chiara, 41     Sono Chiara ho 41 anni e sono incinta del mio primo figlio al quinto mese, ho sposato il mio compagno un mese fa, stiamo insieme d...

Bambina 10 anni e morte del no…

ELI, 43     Buongiorno, sono mamma di una bambina di 10 anni molto vivace intelligente e matura e al tempo stesso molto sensibile e ansiosa. ...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Spasmi affettivi

Gli spasmi affettivi sono manifestazioni caratterizzate dalla perdita temporanea di respiro conseguente ad una situazione di disagio o di rabbia del bambino. Q...

Disturbo Istrionico di Persona…

Disturbo di personalità caratterizzato da intensa emotività e costanti tentativi di ottenere attenzione, approvazione e sostegno altrui, attraverso comportament...

Istinto

Il termine istinto, come indica l'etimologia stessa (il termine latino “instinctus”, deriva da instinguere, incitare), è usato nel linguaggio ordinario per indi...

News Letters

0
condivisioni