Pubblicità

Anoressia (144852)

0
condivisioni

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 239 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Claudia 21

Salve, chiedo una consulenza non per me ma per mia sorella. Da circa due mesi, ho notato che mia sorella sta spesso male: vomita, ha giramenti di testa e anche crisi di panico. Il dubbio mi è venuto quando ho visto che stava perdendo kg a vista d'occhio e ho cominciato a controllarla. Più o meno un mese fà, ho scoperto che tiene un blog su uno di questi siti, per me allucinanti, di ragazzine che vogliono diventare anoressiche ( pro ana ). Il problema è: ora non so se dirle che so di questo blog perchè poi sicuramente lo cancellerebbe e io non avrei piu modo di vedere cosa fa, ho pensato di parlarne con i miei genitori ma, purtroppo, non sono esattamente intelligenti, anzi, per me è in gran parte colpa loro se mia sorella si sta comportando così. Lei ha 17 anni e la trattano come se fosse una bambina di 10 e appena provo a dire qualcosa, che in questo modo per me non crescerà mai ecc. I miei genitori dicono cose senza senso del tipo che sono io che sono gelosa e chiudono il discorso. Non ci vuole tanto a capirlo devi essere davvero ottuso per non vederlo, non mangia nè a pranzo nè a cena, vomita molto spesso ed è arrivata a pesare 41 Kg, lamentandosi di essere grassa. Ma come si fa a non vedere le cose in questo modo? Cosa devo fare? Ho provato a raccontarle in modo vago di come una mia amicasi è rovinata la vita con lo stesso problema ma lei niente. Nell'ultima cosa che ha scritto dice addirittura di voler morire. Devo parlarne con lei? Aiutatemi. Grazie. Aspetto al piu presto una risposta.

Carissima Claudia, la situazione di tua sorella è grave, in base ai sintomi che hai descritto è bene intervenire con urgenza sia dal punto di vista medico sia psicologico. Sei una ragazza molto attenta e premurosa, dato che i genitori sembrano non voler vedere (questo non perchè non sono intelligenti ma perchè molto spesso non vogliono accettare che ci sia un problema, capita spesso ai genitori e non è una colpa ma solo una loro difficoltà), potresti parlare a tua sorella facendole sentire la tua vicinanza e il tuo amore, facendole sentire quanto i suoi problemi ti stiano a cuore e che sei pronta ad ascoltarla. Spesso le ragazze anoressiche non percepiscono il problema ma ne percepiscono altri che per loro sono più importanti per questo è bene ascoltarla, accoglierla e piano piano renderla consapevole della sua malattia. Potresti anche rivolgerti al tuo medico di base per avere altre informazioni più pratiche e mediche. L'indifferenza non porterà a nulla di buono, fai bene a volerle parlare e starle vicina, ha bisogno di sentirsi accettata, amata e accolta nelle sue caratteristiche positive e negative. Ti auguro tanto coraggio!

(Risponde la Dott.ssa Diana Baggieri)

Pubblicato in data 20/07/2010
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di Anoressia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

La sindrome di Alice nel Paese…

Disturbo neurologico  che colpisce la percezione visiva, associato a  emicrania, crisi epilettiche o sostanze stupefacenti. La sindrome di Alice nel ...

Ecoprassia

È l’imitazione dei movimenti di altri, per esempio, di azioni (ecocinesi) e gesti (ecomimia). L'ecoprassia consiste nell' imitazione spontanea dei movimenti ...

Affetto

L'affetto (dal latino adfectus, da adficere, cioè ad e facere, che significa "fare qualcosa per") è un sentimento di particolare intensità, che lega una persona...

News Letters

0
condivisioni