Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Anoressia (21112002)

0
condivisioni

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 142 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Angela 23 anni, 21.11.2002

Buona sera, sono una studentessa di psicologia di 23 anni e scrivo per un problema che riguarda una mia amica d'infanzia, Graziella. L'anno scorso ho perso i contatti con Graziella, e quando l'ho rivista mi ha colpito quanto era dimagrita.
Mi ha confessata di "avere fatto qualche cavolata" ovvero vomitare ma di avere fatto anche tanto esercizio fisico.
Vedo che tuttora Graziella continua a dimagrire eccessivamente, mangia un pasto al giorno e va ogni giorno in palestra.
Ogni volta che cerco di parlare con lei dell'argomento sento che mi allontana, e non è quello che voglio. Quello che voglio è starle vicina e farle sentire che ci sono ma vorrei anche poterla aiutare più concretamente.
Mi sento male perchè non mi so quanto il mio aiuto possa servirle.

Non è chiaro cosa voglia sapere. Le dico solo che se vuole bene alla sua amica le resti comunque vicino al di là del fatto se la sua presenza è utile o meno alla risoluzione del problema.
Una persona che soffre di disturbi dell'alimentazione, in particolare di anoressia nervosa, molto difficilmente accetta di parlarne perchè quasi mai accetta che quel modo di alimentarsi costituisca un problema, anzi! Deve avere molta pazienza e sopportare la frustrazione di non riuscire a cambiare la situazione nel breve periodo.
Cerchi di non essere mai troppo giudicante ed affronti, per il momento, la situazione in modo indiretto per evitare che la sua amica, per paura, si allontani. Da sola, comunque, non può esserle di grande aiuto. I genitori, per esempio, sono a conoscenza del problema? Molto probabilmente no. La sua amica ha sicuramente bisogno di aiuto ma non è assolutamente facile farle prendere coscienza di questo in quanto il disturbo anoressico è il modo che la sua amica ha trovato per affrontare il suo disagio. Rappresenta, cioè, la risoluzione ottimale a tutti i suoi problemi. La presenza del bisogno di vomitare potrebbe nel tempo rappresentare un elemento di disturbo tale da indurre la sua amica a chiedere aiuto.

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Mia moglie mi ha lasciato (153…

Emyls, 41     Salve, vi scrivo a seguito di questo tragico evento che sta per cambiare la vita della mia famiglia, mia dei miei figli. ...

Il mio ragazzo mi ha allontana…

Sara, 24     Salve Gentili Dottori, ho conosciuto pochi mesi fa un ragazzo e ci siamo messi insieme, per i primi due mesi è stato dolce, comprens...

Rapporto con la figlia (153578…

Gabriella, 62     Salve, avrei bisogno di un vostro parere riguardo il rapporto con mia figlia. Lei ha 36 anni è sposata felicemente senza figli ...

Area Professionale

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Arroccamento e rabbia di un ad…

Un caso clinico di un adolescente "arrabbiato", studiato attraverso il Test del Villaggio e illustrato dal Dottor Luca Bosco Oscar ha 14 anni e ha perso il pap...

Le parole della Psicologia

Misofonia

La misofonia, che letteralmente significa “odio per i suoni”,  è una forma di ridotta tolleranza al suono. Si ritiene possa essere un disturbo neurologico...

Depressione post-partum (depre…

La depressione post-partum è un disturbo dell’umore che ha inizio entro le prime quattro settimane successive al parto. Se nella maggior parte dei casi la gest...

Ninfomania

Il termine ninfomane viene da ninfa (divinità femminile della mitologia e/o nome dato alle piccole labbra della vulva) e mania (che in latino significa follia)...

News Letters

0
condivisioni