Pubblicità

Anoressia-ansia (015999)

0
condivisioni

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 232 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Sara, 24 anni

Buongiorno, vorrei raccontare la mia storia per poter aver qualche consiglio riguardante la situazione che sto vivendo. E' quasi da un anno che sono uscita dal tunnel della bulimia-anoressia,dopo lunghi 9 anni...ora che,incomincio a capire il vero valore della vita ed ora che mi rendo conto di essermi distrutta con le mie stesse mani,la paura che ho di affrontare la realtà,di vivere le rabbie ed i dispiaceri senza utilizzare l'unica valvola di fogo,il vomito..mi spaventa e mi rende statica.

E' da qualche mese che soffro d'ansia,ora che sono al massimo della vita,ho il terrore di morire,cosa che non accadeva quando stavo male realmente,perchè non mi rendevo conto della situazione.ho paura di uscire,talvolta mi rinchiudo in casa tutto il giorno,con un nodo in gola che sembra qualcuno mi stia per soffocare...poi però mi lamento anche di questo..di esser sempre a casa..ho abbandonato lo sport,cosa per me di vitale importanza,per timore che mi possa accader qualcosa.

Tutto questo comporta che non mi vedo proprio,ho ancora qualche strascico di anoressia che non accetta quei kg di troppo che ho messo su causa l'inattività.insomma è tutto una catena. Ho ancora l'aiuto della mia dottoressa, ma vorrei qualche consiglio al di fuori del suo,per vedere cosa posso fare per uscire al più breve da questa situazione che non mi fa vivere come vorrei e non mi fa sentir bene con me stessa.

 


consulenza psicologica

Vuoi richiedere una consulenza gratuita online ai nostri Esperti?
Clicca qui e segui le istruzioni. Ti risponderemo al piu' presto!

 

Pubblicità

 

Cara Sara, probabilemente la guarigione non è avvenuta completamente. capita spesso che dei sintomi si allontanino ma per lasciare spazio ad altri. E' come se lei inconsciamente non volesse guarire, come se ci fossero ancora delle zone d'ombra da chiarire, e cos' i sintomi non le permettono di prendere in mano la sua via. Quello che deve fare è affidarsi ma soprattutto fidarsi della dottoressa che la segue. parli con lei delle sue paure e con il tempo, un valido aiuto e tanta volontà riprenderà a gestire la sua vita. Cordialmente

 

( risponde la dott.ssa Anna Maria Casale )

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Vuoi conoscere la Scuola di Specializzazione
in Psicoterapia adatta alle tue esigenze?
O quella più vicina al tuo luogo di residenza?
Cercala su

logo.png

 

 

 

Tags: ansia anoressia

0
condivisioni

Guarda anche...

Le parole della Psicologia

Afefobia

L’afefobia è una fobia specifica che si concretizza con il disagio e la paura ingiustificate e persistenti di toccare e di essere toccati da altre persone. La parola afefobia, data dall’unione di due...

Le parole della Psicologia

Atarassia

L’atarassia (dal greco “ἀταραξία”, assenza di agitazione o tranquillità) è «la perfetta pace dell’anima che nasce dalla liberazione delle passioni» secondo la filosofia etica legata alla ricerca...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Essere spocchioso... (15472251…

Paolo, 42     Quali sono i significati profondi e psicologici di una persona "spocchiosa" ? ...

Senso di colpa (1547112077890…

Pietro, 25     Buongiorno, intorno all’età tra i 10 e i 13 anni mi è capitato più volte di “toccare” (senza costrizione) mia cugina più piccola (...

Mio fratello ha tentato il sui…

Sofia, 19     Salve, scrivo per mio fratello. Si chiama Lorenzo ed ha 19 anni. ...

Area Professionale

Un articolo alla volta - Comme…

Catello Parmentola ed Elena Leardini introducono il loro impegno con i visitatori di Psiconline.it a commentare, articolo dopo articolo, il Codice Deontologico ...

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Le parole della Psicologia

Masochismo

Deviazione sessuale di meta che spinge l'individuo a cercare l'eccitazione e il piacere solo attraverso la violenza fisica o morale che gli viene inflitta. Spes...

La sindrome di Alice nel Paese…

Disturbo neurologico  che colpisce la percezione visiva, associato a  emicrania, crisi epilettiche o sostanze stupefacenti. La sindrome di Alice nel ...

Narcoanalisi (o narcoterapia)

Detta anche narcoterapia, è una tecnica diagnostica e terapeutica, utilizzata in psichiatria, che consiste nella somministrazione lenta e continua, per via endo...

News Letters

0
condivisioni