Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Ansia e disturbi alimentari (105726)

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 66 volte

Zahira 22

Salve, sono una ragazza di 22 anni. Da un pò di tempo, premettendo che è periodo di esami universitari, sono molto ansiosa e fin qui tutto normale, ma oltre a questo sono tornati i miei disturbi alimentari. Anni fa soffrivo di bulimia, ma poi tutto è passato senza l'aiuto di nessuno, anche se torna quando sono in fase di stress e la voglia di farlo ( ho cercato sempre di trattenermi) c'è sempre. Ho preso sottogamba il problema? Esiste anche se mi trattengo dal farlo? Penso sempre al peso, alla bilancia anche se faccio dieta non ho risultati ( premetto che ho pochi kg in più) e questo mi butta giù. Inoltre non uscirei nemmeno di casa perchè mi faccio "schifo" e faccio fatica a fare l'amore con il mio ragazzo perchè ho paura che mi guardi. A parte questo, ciò che mi fa star male è che mi sale una rabbia anche immotivata che mi fa dire cose sgradevoli anche se non le penso e poi piango. Inoltre ho paura a stare da sola, dormo bene solo quando c'è il mio ragazzo, altrimenti mi alzo anche 10 volte per vedere se la porta è chiusa se c'è qualcuno, anche se so di avere già controllato. Cosa mi succede? Qual'è il consiglio?

Zahira, forse è vero che hai preso un po' sotto gamba il tuo problema, o meglio, forse hai pensato che il tuo problema consistesse esclusivamente nel problema cibo e riguardasse una questione di volontà; invece il problema è di ordine psicologico, sta nell'insicurezza, nel rapporto con i genitori, nel modello interiore, nelle paure......e tutto questo si riversa nella modalità di assunzione di cibo. La bulimia è spesso un modo per farsi del male, per confermare a se stesse di valere poco, di essere brutte, di non essere amabili...... Insomma è un boicottaggio totale, è un modo per tagliarsi le gambe da sole ed è frutto di una mancanza di amore per se stesse (e spesso anche di conoscenza di se stesse). E' sulle questioni interiori che devi intervenire, e la tua relazione col cibo cambierà di conseguenza. Il consiglio ovviamente è di rivolgerti di persona ad uno psicoterapeuta e iniziare con lui/lei un percorso, che oltre ad essere utile e risolutivo (il più delle volte) è anche affascinante e arricchisce la propria anima.

(risponde la Dott.ssa Elisabetta Corberi)

Pubblicato in data 29/09/07

 

 

 

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di anoressia e bulimia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

cambio generazionale (15083266…

Anna, 50     Buongiorno, ringrazio in anticipo chi potrà aiutarmi ad affrontare il mio problema. Ho 50 anni e da 30 lavoro nell'azienda di famig...

sig (1509381564901)

Antony, 50     Da 5 anni, più o meno nel periodo tra ottobre e gennaio, mia moglie, 48 anni, è come se cambiasse personalità. ...

Fobia di non riuscire a tratte…

Marco989898, 14     Il mio problema è che ho la continua ossessione di andare in bagno e anche se all'inizio sembrerà  una cosa stupida, son...

Area Professionale

Proteggere il proprio nome onl…

Una cosa che si impara molto presto nel mondo di internet e della pubblicità online è che non serve, o meglio non basta, essere presenti nel web, aggiornare il ...

Il confine nelle dinamiche di …

Il Test I.Co.S. è un test semi-proiettivo che permette di ottenere indicazioni dettagliate sugli aspetti di personalità e sulle relazioni dei singoli soggetti a...

La Certificazione Psicologica:…

Nella pratica clinica è possibile trovarsi di fronte ad una specifica richiesta, da parte del paziente/cliente, di una Certificazione che attesti, sia dal punto...

Le parole della Psicologia

Paura

La paura è quell’emozione primaria di difesa, consistente in un senso di insicurezza, di smarrimento e di ansia, di fronte ad un pericolo reale o immaginario, o...

Castrazione (complesso di)

Insieme di emozioni, sentimenti e immagini inconsce fissate nell’adulto che non ha superato l’angoscia di castrazione. La riattivazione di questa ...

Resistenza

“La resistenza è l’indice infallibile dell’esistenza del conflitto. Deve esserci una forza che tenta di esprimere qualcosa ed un’altra forza che si rifiuta di c...

News Letters