Pubblicità

Bulemia (52555)

0
condivisioni

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 169 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Emiliano Carlini 25 anni, 10.09.02

Buona sera. Mi chamo Emiliano e vivo a Romini. La mia ex fidanzata è da almeno 3 mesi che soffre di bulemia. Siamo rimasti ottimi amici e dopo i nostri tre anni di convivenza ci siamo lasciati. Prima era una cosa molto sporadica il fatto che si chiudesse in bagno per provocarsi il vomito. Penso fosse limitato a una volta ogni due mesi mediamente. Oggi lo fa più volte al giorno. Si è già rivolta a un centro di cura dei disturbi alimentari. Le hanno dato un appuntamento fra un mese e ora non sa cosa fare. Io non so come aiutarla. Mi cerca continuamente. Vorrei fare qualcosa per lei ma non so come trattare la cosa. Potreste darmi dei suggerimenti ? Grazie Emiliano

Non è facile dare suggerimenti in questi casi, in quanto, prima di tutto occorre conoscere almeno gli aspetti salienti del disturbo.
Posso suggerire di leggere, anche insieme alla sua amica, il testo "Alle mie pazienti dico...." di Riccardo Dalle Grave ed. Positive Press, in cui sono date non solo informazioni dettagliate sui disturbi alimentari, ma anche un programma di auto-aiuto.

(può anche guardare nella libreria on line - www.psychostore.net - l'ampia pagina dedicata all'Anoressia ed alla Bulimia (ndr))

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ansia di perdere i propri cari…

Rita, 22     Salve, parlo a nome del mio fidanzato che non sa che sto scrivendo qui. ...

Madre (1540532640215)

Giusi, 60     Non riusciamo a relazionarci con nostro figlio di 31 anni. ...

Senso di colpa di per aver det…

Delia, 36     Mio figlio di tre anni e mezzo, sta avendo difficoltà ad ambientarsi alla scuola materna. ...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Ninfomania

Il termine ninfomane viene da ninfa (divinità femminile della mitologia e/o nome dato alle piccole labbra della vulva) e mania (che in latino significa follia)...

Xenofobia

Il significato etimologico del termine Xenofobia (dal greco ξενοφοβία, composto da ξένος, ‘estraneo, insolito’, e φόβος, ‘paura’) è “paura dell’estraneo” o anch...

Il linguaggio

L’uomo comunica sia verbalmente che attraverso il non verbale. Il processo del linguaggio ha suscitato da sempre l’interesse degli studiosi essendo essa una car...

News Letters

0
condivisioni