Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Bulimia (015226)

0
condivisioni

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 76 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

*RSCA, 20 anni

E'da un paio di mesi che faccio uso di lassativi preceduti a volte da abbuffate che non ho mai avuto prima ma la mia psicologa dice che le bulimiche ingurgitano quantità elevatissime di cibo e tra l'altro da piccolina ho avuto qualche episodio di anoressia (circa 5 anni fa) terminato da sola e senza avere piu ricadute negli anni successivi anni travagliati pieni di shock fisici e psichici.
Chiedo una dieta regolare perchè sono amante dei dolci, ho un ristorante un bar pasticceria artigianale e mi trovo in una vita difficile con sempre cibo davanti dall'età di 15 anni sono fissata per la linea anche se per un paio di anni me ne sono fregata. Non sono mai stata in sovrappeso clinico ben diverso da quello mentale. Ho avuto in estate 2004 un aborto in ospedale con conseguente forte molto forte depressione attacchi di panico ect.passati fortunatamente in seguito a cure antidepressive e sono in terapia a Brindisi più o meno da 3 anni da una psicoterapeuta e saltuariamente da un dottore psichiatra
Che mi ha prescritto qualche cura...la scorsa estate però sono stata male perchè a causa della cura ho avuto un alto valore di prolattina con conseguente perdita dai seni di acido bianco simile a latte e forte ritenzione idrica aumento di peso che con il caldo estivo non mi permettevano neanche di camminare; sono stata molto male e li è cominciato di nuovo il mio terrore per gonfiore e chili essendo 1,65 e molto piccola di ossatura e massa. ED HO SOLO 20 ANNI!QUESTA è LA VERITA'.GRAZIE

Cara *RSCA, in effetti trovarsi a contatto con il cibo tutto il giorno per lavoro non rende la vita facile ad una persona che con il cibo non ha un buon rapporto. immagino che il ristorante non sia tuo ma dei tuoi genitori, quindi se lo chiedessi magari potresti non stare lì tutto il giorno.
Intanto sei già seguita da una psicoterapeuta, il che è molto importante, potresti informarti anche tramite lei sui centri ospedalieri per la cura dei disturbi alimentari, a Brindisi. Presso l'ospedale più importante dovrebbe sicuramente esserci un centro di questo tipo. Lì saresti seguita anche dal punto di vista nutrizionale e medico, oltre che psicologico.
Ovviamente il tutto con la mutua. Questi centri sono davvero molto efficaci per questo tipo particolare di disturbo, infatti ne stanno nascendo moltissimi negli ultimi anni. Prova a cercarlo tu, se hai difficoltà scrivi di nuovo a me

( risponde la dott.ssa Camilla Ponti )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di anoressia / bulimia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ho paura di non trovare mai il…

Kikhi, 26     Salve... ho paura di non trovare mai il mio posto. ...

Infedeltà (1528369634858)

Lap84, 34     Sono sposata con mio marito da 5 anni, e nell'ultimo periodo è nato in me il dubbio che possa essermi infedele... ...

Difficoltà nella gestione dell…

Chiara111, 20     Salve. Richiedo l’aiuto di un esperto, di qualcuno che possa prendersi carico del mio problema. ...

Area Professionale

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Introduzione al Test del Villa…

Introduzione al Test del Villaggio secondo il Metodo Evolutivo-Elementale (infanzia, adolescenza, età adulta). L’idea che sta alla base del Test del Villaggio è...

Le parole della Psicologia

Sindrome di Cotard

E’ una sindrome delirante che porta la persona a credere di essere morta, di non esistere più oppure di aver perso tutti gli organi interni. Jules Cotard, un n...

Neuropsicologia

“L’importanza teorica della neuropsicologia sta nel fatto che essa permette di avvicinarsi maggiormente all’analisi della natura e delle struttura interna dei p...

Claustrofobia

La claustrofobia (dal latino claustrum, luogo chiuso, e phobia, dal greco, paura) è la paura di luoghi chiusi e ristretti come camerini, ascensori, sotterranei...

News Letters

0
condivisioni