Pubblicità

Bulimia (016633)

0
condivisioni

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 103 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Alessandra, 20 anni

Sono Alessandra, una ragazza di 20 anni che da ormai un anno e mezzo soffre di bulimia. A 16 anni ho attraversato un periodo di anoressia, dalla quale sono velocemente, molto velocemente uscita grazie al tempestivo aiuto dei miei genitori. Ora però, nessuno sembra molto allarmato da questa situazione ed io in sei mesi sono ingrassata di ben 10 kg, perchè non attuo alcun meccanismo come vomito, ginnastica etc... non so come uscirne. sono iscritta all'università ma non frequento più ormai, e non esco più di casa da penso 4 o 5 mesi se non per fare la spesa. Ho fatto due anni di psicoterapia, ma non dal mio punto di vista non ha prodotto alcun risultato se non quello di ridurmi in questo stato! La prego mi indichi una strada, una via per uscire da questo incubo. io non vivo più. la ringrazio e la saluto per la sua gentile attenzione

Cara Alessandra,sicuramente lei è uscita dall'anoressia ma per ricadere, purtroppo, nella bulima. Questo è un percorso a volte noto, è uscita da un male ma solo momentaneamente per poi ricadere in un altro. Questo accade quando i problemi legati al primo non sono stati debbellati e superati ma solo accantonati.Immagino il suo stato d'animo e la disperazione provata per una situazione del genere. Ciò che le devo consigliare è ancora la psicoterapia, questo è l'unico modo per poter sconfiggere la malattia. Il percorso che ha intrapreso e terminato probabilmente non era adatto a se o probabilmente doveva solo continuare per avere affetti duraturi. Personalmente le consiglio di seguire una terapia familiare ha, generalmente, effetti molto positivi su problemi legati all' alimentazione. Non deve perdere la fiducia nella psicoterapia ma riporci le sue speranze e magari farsi aiutare in questo anche dal contributo, sicuramente prezioso, dei suoi genitori.

(risponde la dott.ssa Anna Maria Casale)

 

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di bulimia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Gelosia o invidia? (1551968137…

Flow, 24     Buongiorno, ho 24 anni e sono sposato. ...

Problemi con la biologia marin…

JIM87, 32     Buongiorno ho frequentato il corso di laurea magistrale di biologia marina all'Università di Padova e dopo vari problemi con un pro...

Relazione di coppia patologica…

Matilde, 39     Salve, da qualche anno convivo con un uomo che giunti al secondo anno si è trasformato. Inizialmente ero un po' più fredda io for...

Area Professionale

Articolo 8 - il Codice Deontol…

Prosegue con l'articolo 8, anche questa settimana, su Psiconline.it il lavoro di commento al Codice Deontologico degli Psicologi Italiani a cura di Catello Parm...

Articolo 7 - il Codice Deontol…

Proseguiamo su Psiconline.it, settimana dopo settimana, il lavoro di commento al Codice Deontologico degli Psicologi Italiani, a cura di Catello Parmentola e di...

Elementi di Diritto per lo psi…

In questo articolo forniremo dettagliatamente alcuni elementi basilari di diritto per lo psicologo clinico che si trovi chiamato ad operare direttamente nel con...

Le parole della Psicologia

L'attenzione

L'attenzione è un processo cognitivo che permette di selezionare stimoli ambientali, ignorandone altri. È quel meccanismo in grado di selezionare le informazio...

Musofobia

Il termine musofobia, che deriva del greco μῦς (mys) che significa "topo", è la paura persistente ed ingiustificata per i topi, più in generale per i roditori. ...

Intelligenza Emotiva

"Si tratta delle capacità di motivare se stessi e di persistere nel perseguire un obiettivo nonostante le frustazioni; di controllare gli impulsi e rimandare la...

News Letters

0
condivisioni