Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Bulimia (115536)

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 136 volte

Martina 17

Ecco io vorrei solo sapere se sono bulimica e cosa posso fare per uscire da questa maledetta situazione di disagio (secondo il test di questo sito lo sono : ho totalizzato 42 punti). La mia situazione è questa: sono intollerante a latte lievito e zucchero (e altre cose di minore rilevanza) da circa due anni e mezzo, queste intolleranze hanno portato ad un aumento di peso costante in questo periodo di tempo circa dieci chili in due anni nonostante sia a dieta da circa lo stesso periodo di tempo ( ho provato numerose diete, tutte consigliate e seguite da esperti). Ora peso 72 chili abbondanti, sono alta un metro e settantaquattro e sono sovrappeso; il mio rapporto col cibo è molto cattivo, adoro mangiare ed abbuffarmi soprattutto di carboidrati, ma in genere dui qualunque cosa mi capiti a tiro. Mangio fino a scoppiare e da circa un anno a questa parte e circa tre, quattro volta le settimana, poi mi è capitato di provare circa quattro volte di sentire un insistente bisogno di vomitare, ma fino ad ora non ci sono mai riuscita, ho provato a infilarmi le dita in gola o a stimolare il conato con lo spazzolino. Nessuno sa di questa cosa, ne la mia famifglia (unita felice con cui ho un buon rapporto) ne le mie amiche (poche ma abbastanza buone). Sempre parlando delle mie relazioni, non ho mai avuto un ragazzo, ho preso una fortissima delusione dal primo e unico ragazzo che mi sia piaciuto veramente, ho perso un'occasione con uno che mi piaceva solo a causa della mia timidezza, e con l'altro che ci ha provato con me l'ho rifiutato deliberatamente perchè non mi piaceva. Il ragazzo che attualemte mi piace sa a malapena che esisto, e questo mi fa soffrire molto. Nelle crisi che ultimamete avvengono più frequentamente mangio di nascosto, cerco di vomitare ma non ci riesco, mi chiudo in camera e piango e  mi dispero e vorrei farmi del male quando sento la carne delle mie coscie che si toccano in mezzo o le falde della mia pancia. Studio al liceo linguistico e faccio la terza, ho risultati molto soddisfacenti e molto probabilmente l'anno prossimo andrò in america a studiare sei mesi e nella mia situazione emotiva attuale non so se riuscirei a sostenere l'esperienza senza peggiorare le cose. La prego mi aiuti. 

Cara Martina, io credo che dovresti parlarne con una persona in carne ed ossa! Non posso farti una diagnosi al volo e non dovresti fidarti tu per prima di questi strumeni che devono essere presi con le molle e fungere da monito per cercare un aiuto concreto. Prima di partire... io mi chiarirei le idee... e mi fare aiutare da una persona esperta, magari attraverso i canali del consultorio della tua zona.

(risponde la Dott.ssa Sara Ginanneschi)

Pubblicato in data 24/05/08

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di bulimia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Bisogno di aiuto (15124250707…

Sarab, 19     Buonasera,ho 19 anni ed ho da poco iniziato l'università. ...

manie e compulsioni (151195457…

Carolina, 50     Buongiorno, mio marito soffre di depressione per cui prende già dei farmaci ma soffre secondo me anche di ossessioni. ...

Aiuto consiglio (1512841413383…

Francesco, 30     Salve. Non questa estate appena passata ma la scorsa sono stato ricoverato in psichiatria con la forza senza il mio consenso. ...

Area Professionale

Sinergie tra avvocato e psicol…

In molte dispute legali il Giudice nomina un perito esperto della materia (CTU - consulente tecnico d'ufficio), delegato dal Tribunale ad esamniare il caso e a ...

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

Le parole della Psicologia

La Sindrome di Stendhal

Patologia  psicosomatica, caratterizzata  da un senso di malessere diffuso provato di fronte alla visione di opere d’arte di straordinaria bellezza. ...

Temperamento

La psicologia definisce temperamento “L’insieme di disposizioni comportamentali presenti sin dalla nascita le cui caratteristiche definiscono le dif...

Catalessia

Detta anche catalessi, è uno stato patologico, ad esordio improvviso e che si protrae per brevi o lunghi periodi, in cui vi è una sospensione dei movimenti volo...

News Letters