Pubblicità

Bulimia (149646 )

0
condivisioni

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 430 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Lorella, 20

 

Salve,
sono una ragazza di 20 anni... ho problemi di bulimia da circa 2 anni...
Ho iniziato un pò perchè non mi piacciono alcune parti del mio corpo ma sopratutto mi viene di farlo quando sono in preda all' ansia e cerco una via di fuga! Da circa tre mesi (tra alti e bassi)sono riuscita a diminuire il vomito autoindotto ma voglio davvero finirla del tutto! Mi rivolgo a voi perchè non voglio che si sappia in giro(non lo sa nessuno infatti)e tanto meno non ho i soldi per pagarmi uno psicologo! So che non potete risolvere il mio problema con una semplice e-mail di risposta ma vorrei tanto un aiuto se pur piccolo!
Grazie!

Gentile utente,
lei è molto giovane quindi ha molte risorse da mettere in campo per affrontare il problema. Dovrebbe capire quali situazioni le provocano ansia di considerare come queste agiscono sulla condotta di eliminazione.
Osservi attentamente il suo comportamento e queli pensieri producono l'eliminazione (può anche scrivere un diario); vedrà che questi pensieri sono simili e riguardano un aspetto specifico.
Da quanto mi racconta è molto concentrata sulla forma del corpo. Per approfondire la conoscenza del disturbo le consiglio di leggere il volume "Terapia Cognitivo comportamentale dei disturbi dell'alimentazione" pubblicato da eclipsi.
In questo modo potrà conoscere meglio il disturbo e capire come affrontarlo.

 

(Risponde il Dott. Dai Prà Mirko)

Pubblicato in data 05/07/2012

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fobie, paranoie (1579177546962…

Bibby, 40 anni Salve ho 40 anni 2 figli ho perso mia madre 10 anni fa e da allora si è acutizzato tutto paure fobie ansie ancora non ho accettato e provo fan...

Ansia e panico (1579815239457)

Mmonic, 17 anni   Vi contatto perché non so come fare, come reagire e come trovare una soluzione. Negli ultimi mesi ho il terrore di andare a scuola f...

Ho paura delle conseguenze di …

Orchidea55, 20 anni     Salve Dott.re/ssa, innanzitutto vorrei ringraziarvi  per il servizio che offrite.Sono una ragazza di 20 anni. Non ho...

Area Professionale

Il Test del Villaggio come tec…

La ripetizione e la trasformazione nello spazio e nel tempo Il test del Villaggio è composto da un kit di 200 pezzi di legno colorato raffiguranti edifici (cas...

Psicologo Faber

Lo psicologo non è solo quello che cura ma, in senso più ampio, è interessato al benessere e alla crescita tanto delle singole persone quanto delle comunità. Co...

Psicologi che fanno video: ste…

Proseguono i consigli di Stefano Paolillo agli psicologi che fanno video e che desiderano utilizzarli nella promozione della loro attività professionale Nel pr...

Le parole della Psicologia

Malaxofobia

È definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata dei giochi amorosi. E’ conosciuta anche come sarmasofobia, usata dai greci. ...

Aprassia

L'aprassia (dal greco "a" prefisso di negazione e "praxía", cioe' fare, quindi incapacità di fare) è un deficit primitivo dell’attivi...

Amnesia

Dal greco a-mnesis (non-ricordo), il termine amnesia indica la compromissione grave e selettiva della memoria a lungo termine (MLT), indipendente dal tipo di st...

News Letters

0
condivisioni