Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

bulimia (161694)

0
condivisioni

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 212 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Sara, 21

 

 

 

Gentile Dottore,
sono una ragazza di ventun'anni studentessa ma anche lavoratrice. Ho fatto il test online così per curiosità da cui sono risultata bulimica, ma so benissimo che da un test non potrò confermare il problema che mi porto ormai da molti anni. Sono sempre stata una ragazza solare vivace e aimè robusta. Dico aimè perchè come la maggior parte delle giovani ragazze del mondo globalizzato, sono schiava del modello "magro è bello". Fin dall'età di 14 anni tanta è la mia voglia di essere magra quanto quella di mangiare. Le abbuffate sono sempre avvenute il pomeriggio, tempo nel quale ero sola a casa senza la presenza dei miei genitori, quindi ho sempre "esagerato" di nascosto. Gioco a pallavolo da molti anni e in particolare il presidente di una vecchia società della quale ero giocatrice spesso mi diceva che ho grandi potenzialità ma che il mio fisico non mi permette di essere agile sulla palla; così mi chiedva anche di provare a mangiare meno . Con i miei genitori non sempre è andata bene: sono stata un'adolescente introversa nei loro confronti, gli ho esclusi da ogni mio problema. L'anno scorso ho fatto una dieta che mi ha fatto perdere 10 kg...mi sentivo bella, sicura di me stessa. Le abbuffate ovviamente sparirono e insieme a loro la voglia di vomitare il corpo del delitto (ho vomitato il cibo non parecchie volte). Dopo una delusione d'amore però il problema si è presentato e si presenta tutt'ora. Io non mi sento e non sono malata...ma vorrei sapere perchè mi comporto così ecco tutto...grazie mille!

Cara Sara,
da quanto mi scrive non riesco a capire bene, sappiamo che le abbuffate sono frutto molto spesso della restrizione calorica o vengono utilizzare per gestire un'alterazione emotiva importante mentre le condotte di eliminazione del senso di colpa e dell'ansia che provoca l'abbuffata. Per fare più chiarezza l invito a leggere l'articolo pubblicato nel mio sito http://mirkodaipra.altervista.org/blog/disturbi-del-comportamento-alimentare/ Saluti, Mirko Dai Prà.

 

(Risponde il Dott.Dai Prà Mirko)

Pubblicato in data 06/06/2013

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ho paura di non trovare mai il…

Kikhi, 26     Salve... ho paura di non trovare mai il mio posto. ...

Infedeltà (1528369634858)

Lap84, 34     Sono sposata con mio marito da 5 anni, e nell'ultimo periodo è nato in me il dubbio che possa essermi infedele... ...

Difficoltà nella gestione dell…

Chiara111, 20     Salve. Richiedo l’aiuto di un esperto, di qualcuno che possa prendersi carico del mio problema. ...

Area Professionale

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Introduzione al Test del Villa…

Introduzione al Test del Villaggio secondo il Metodo Evolutivo-Elementale (infanzia, adolescenza, età adulta). L’idea che sta alla base del Test del Villaggio è...

Le parole della Psicologia

Catatonia

La prima descrizione della catatonia risale al 1874, quando lo psichiatra tedesco Karl Kahlbaum, nella sua monografia dal titolo Die Katatonie oder das Spannung...

Anosognosia

Il termine, che deriva dal greco, significa letteralmente “mancanza di conoscenza sulla malattia”. Per la precisione, “nosos” significa malattia, “gnosis” sta p...

Ailurofobia

La ailurofobia o elurofobia comp. di ailuro-, dal gr. áilouros ‘gatto’, e -fobia. è la paura irrazionale e persistente dei gatti. La persona che manifesta ques...

News Letters

0
condivisioni