Pubblicità

Bulimia... (161821)

0
condivisioni

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 497 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Loredana, 16

 

Gentile Dottore,
salve, sono una ragazza di 16 anni. Volevo solo raccontarle qualcosa di quello che sto passando da ben 1 anno: è cominciato tutto circa un anno fa, ero incosciente quando lo facevo, cioè non mi rendevo conto di quello che facevo. Mangiavo qualcosa di dolce, sia che ero a scuola o a casa e subito andavo a vomitare, ma mi succedeva raramente.
In seguito, con l'arrivo dell'estate, la depressione è aumentata e e così anche il malessere. Vomitavo dalla mattina alla sera, una sera sono svenuta, ma nonostante ciò non ho avuto il coraggio di dirlo a nessuno dei miei genitori. Poi un giorno ho deciso di smetterla. Così fu, anche se raramente mi capitava di vomitare ancora; attualmente la situazione è che almeno 1 volta a settimana mi succede.
Aiuto cosa dovrei fare mi sento in colpa. Ho bisogno d'aiuto grazie! arrivederci..

Cara Loredana,
nella sua mail scrive che ha cominciato a vomitare poi in secondo momento che la depressione è aumentata e ha vomitato di più. Vorrei sapere cosa inende per deressione e vorrei capire anche se il vomito è avvenuto prima o dopo i primi sintomi. Questo ci aiuterebbe a capire meglio qual è la prima cosa da affrontare. Infatti a volte il vomito può essere causato da un disturbo alimentare, altre essere la conseguenza di uno stato d'umore alterato altre ancora invece può verificarsi che il vomito e la depressione siano conseguenza di uno stesso problema.
Quello che le consiglio è come prima cosa di parlarne apertamente con i suoi familiari e chiedere una visita dal medico di base che saprà indicarle un terapeuta per la valuatazione del suo problema.
Quello che mi sento di consigliarle è non trascurare questi sintomi.
Saluti, Mirko Dai Prà

 

(Risponde il Dott. Mirko Dai Prà)

Pubblicato in data 27/06/2013

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Genitore inadeguato [15992344…

DEDDA, 47 anni   Buongiorno, mia figlia 15enne soffre di blocchi emotivi a scuola. Quando deve fare un'interrogazione si chiude in se stessa, terror...

Come imparare ad andare [1599…

mar, 29 anni Ho avuto una relazione di 5 anni finita per motivi banali, incomprensioni, caratteri opposti e contrastanti. La storia é finita quasi tre anni...

MARITO DEPRESSO DA 3 MESI [159…

blu, 43 anni Buongiorno, non riesco a capire come poter aiutare mio marito che oramai sono 3 mesi che è depresso soprattutto la mattina appena sveglio e l...

Area Professionale

Funzionamento cognitivo in sog…

Recenti ricerche suggeriscono che le persone che presentano esperienze psicotiche, ma nessuna diagnosi di malattia psicotica, presentano un'alterazione del funz...

Il "potere" nella re…

Nonostante si possa pensare che vi sia uno squilibrio di potere all'interno della relazione terapeutica, in realtà lo psicoterapeuta non esercita un maggiore po...

Disfunzioni sessuali dopo la s…

L'11 giugno 2019 l'European Medicines Agency (EMA) ha formalmente dichiarato di riconoscere la disfunzione sessuale post-SSRI (Post-SSRI Sexual Dysfunction, PSS...

Le parole della Psicologia

Sindrome dell’arto fantasma

Il dolore della Sindrome dell'arto fantasma origina da una lesione diretta o indiretta del Sistema Nervoso Centrale o Periferico che ha come conseguenza un...

Autotopoagnosia

L'autotopoagnosia è un disturbo di rappresentazione corporea, clinicamente raro, in cui è presente l'incapacità di indicare le parti del corpo. Nella maggior p...

Negativismo

Con il termine Negativismo si può indicare, in linea generale, un comportamento contrario o opposto, di tipo sia psichico che motorio. ...

News Letters

0
condivisioni