Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

bulimia (162711 )

0
condivisioni

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 169 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Ali Joselyn , 19

 

Gentile Dottore,
ho 19 anni e circa da un anno e mezzo soffro di disturbi alimentari. E' cominciato tutto nel 2010 quando ho perso 15 kili e avevo 17anni. Non so cosa sia partito nella mia testa ma ho cominciato ad amarmi e a prendermi cura di me stessa una volta raggiunto l obiettivo di 55kg pero volevo andare oltre cosi persi altri 3kili ma col passar del tempo è diventata una lotta non piu un piacere, voglio tenere sotto collo il mio peso ma quando qualcosa mi sfugge mi abbuffo, ormai è da un anno e mezzo e psicologicamente sono distrutta. Ho ammesso la malattia a me stessa a mia madre e mia sorella e pensavo che una volta ammesso la malattia sarebbe stato meglio,purtroppo però mi son resa conto che ammettere la malattia è solo il primo passo, allora mi chiedo quali sono i successivi passi? sono in grado di guarire? io sono una ragazza molto insicura ma il giudizio che la gente ha di me é che sono superficiale menefreghista in realta ho solo paura ad esternare le mie emozioni i miei sentimenti, non so se questo possa avere a che fare con la bulimia... io penso di si.

Cara Joselyn ,
da quanto descrivi sei nella trappola del disturbo alimentare: spesso si parte con il desiderio di perdere dei Kili poi ci si trova in una situazione di magrezza evidente tuttavia a quel punto si desidera dimagrire di più e non si è più padroni delle nostre scelte perchè ogni comportamento è rivolto non a mantenere un peso basso ma a dimagrire sempre di più. Quindi tutte le nostre risorse sono dirette a monitorare gli alimenti introdotti, le calorie che questi apportano e la forma fisica che ne deriva. Sicuramente l'ammissione di avere una malattia è il primo passo ma per i disturbi alimentari non è sufficiente e c'è bisogno del supporto dei professionisti. In particolare la terapia di elezione per il trattamento dei distrubi del comportamento alimentare è quella Cognitovo-Comportmentale quindi ti consiglio di contattare al più presto un terapeuta ad indirizzo Cognitivo Compoartamentale che ti aiuterà anche ad affrontare i probliemi emotivi di cui hai fatto cenno. Saluti, Mirko Dai Prà

 

(Risponde la Dott. Mirko Dai Prà)

Pubblicato in data 031/07/2013

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Amore Bordeline? (153355779047…

Lory, 52     Ho lasciato il mio compagno da un mese, la nostra relazione avrebbe compiuto due anni a breve. ...

Ragazzo fuori controllo (15335…

Giusy, 19     Buongiorno, sono una ragazza di 19 anni e sono fidanzata da 3 anni con un ragazzo di 22 anni. Nei primi due anni della nostra relaz...

Ritorno di ansia e attacchi di…

Misterok88, 30     Salve! Vi prego di aiutarmi. Ho un problema che pensavo di aver risolto ma da un po' di giorni a questa parte sono di nuovo da...

Area Professionale

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Introduzione al Test del Villa…

Introduzione al Test del Villaggio secondo il Metodo Evolutivo-Elementale (infanzia, adolescenza, età adulta). L’idea che sta alla base del Test del Villaggio è...

Le parole della Psicologia

Lapsus

Il lapsus (in latino "caduta/scivolone") è un errore involontario consistente nel sostituire un suono o scrivere una lettera invece di un’altra, nella fusione d...

Ofidiofobia

L’ofidiofobia (dal greco ὄφις ophis "serpente" e φοβία phobia "paura") è la paura patologica dei serpenti. ...

Pet therapy

Con il termine pet therapy s'intende generalmente, una terapia dolce, basata sull'interazione uomo-animale. Si tratta di una terapia che integra, rafforza e co...

News Letters

0
condivisioni