Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Bulimia (18112006)

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 66 volte

Marcello 35

Buon giorno. La mia fidanzata soffre di bulimia nervosa. Mi sono documentato leggendo svariati articoli, interviste e documentio presenti nella "rete" al riguardo. Quello che non sono riuscito a reperire,come informazioni,è come convincere la paersona in questione ad accettare di farsi curare da uno psicoterapeuta e quali comportamenti tenere per aiutarla , se non altro per evitare di peggiorare il suo stato. Tra l'altro continuiamo ad avere problemi perchè non riesco, personalmente, a gestire con totale abnegazione di me il rapporto sentimentale.Mi viene il dubbio che sia stata una buona cosa fidanzarci. Cosa potete suggerirmi al riguardo? Vi ringrazio per la cortese e gentile risposta. Buon lavoro

Marcello, non è riuscito a reperire l'informazione che cercava perchè purtroppo non esiste un modo per far si che chi ne ha bisogno accetti l'idea di rivolgersi ad uno psicoterapeuta. In effetti si tratta dell'ostacolo più grosso da superare, perchè comporta l'ammissione del problema da parte di chi ne soffre e il dover accettare di aver bisogno di aiuto. Per chi soffre di disturbi alimentari soprattutto non è semplice, perchè queste persone tendono a vergognarsi del loro disagio e a tenerlo nascosto. Insomma, per aiutare queste persone e indurle a rivolgersi ad uno psicoterapeuta bisogna usare il buon senso e la propria sensibilità, e solo chi le conosce bene ha qualche chance. Certamente non è facile vivere accanto a persone con un disturbo di bulimia, che non amano se stesse e nutrono profondi sentimenti di disistima e rabbia. Ma l'amore di una persona può essere loro di grande aiuto e può essere anche un buono strumento per riuscire a convincerle che è necessario fare qualcosa. Viceversa, un rapporto dove manchi l'amore potrebbe acuire il problema (non sentendosi amate queste persone confermano la loro interna convinzione di non essere amabili). Credo sia importante dunque che lei si domandi quali sono effettivamente i suoi sentimenti per questa persona e se ve ne siano ancora; in caso di risposta affermativa ritengo ci siano buone speranze affinchè lei possa convincerla, con la dolcezza forse ma anche con durezza in alcuni casi, dipende ovviamente dal carattere della sua fidanzata. In caso di risposta negativa, non credo che abbia molti strumenti in mano per cambiare le cose, e penso che la cosa migliore che possa fare sia di prendere una decisione su questo rapporto. In alcuni casi può essere utile recarsi insieme da un terapeuta, assumendo che il problema riguardi la coppia. Poi sarà il terapeuta stesso a decidere e una volta rotto il ghiaccio la sua fidanzata potrebbe avere meno timore ad intraprendere un lavoro per conto proprio.

(risponde la dott.ssa Elisabetta Corberi)

 

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di bulimia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Credo che al mio ragazzo inte…

Flavia, 23     Salve, sono una ragazza di 23 anni. Per cinque mesi sono stata con un ragazzo che ho lasciato nei giorni scorsi. ...

Depressione a causa di una rag…

Pasq, 25     Sono un ragazzo di 25 anni, 1 anno fa conobbi una ragazza, e subito abbiamo stretto amicizia e siamo diventati molto amici. ...

dipendenza da chat (1511886186…

Mau, 38     Buongiorno, sono un ragazzo gay, ho 38 anni ed ho una relazione da 4 anni con il mio compagno; l' unico se possiamo dire "neo" che c...

Area Professionale

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

La psicologia incontra l'arte …

Ancora una volta la psicologia scende fra la gente e si preoccupa del benessere e della bellezza. Ancora una volta gli psicologi dimostrano una grande capacità ...

Proteggere il proprio nome onl…

Una cosa che si impara molto presto nel mondo di internet e della pubblicità online è che non serve, o meglio non basta, essere presenti nel web, aggiornare il ...

Le parole della Psicologia

Negativismo

Con il termine Negativismo si può indicare, in linea generale, un comportamento contrario o opposto, di tipo sia psichico che motorio. ...

Satiriasi

La satiriasi è un termine usato in passato nella storia della medicina, indicante l'aumento in modo morboso dell'istinto sessuale nel maschio umano Il termine ...

Depressione post-partum (depre…

La depressione post-partum è un disturbo dell’umore che ha inizio entro le prime quattro settimane successive al parto. Se nella maggior parte dei casi la gest...

News Letters