Pubblicità

Bulimia (27102006)

0
condivisioni

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 68 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Rosaria 30

Soffro di bulimia da piu' di dieci anni e solo adesso ho preso coscienza della gravita' del problema...Non ho mai voluto ammettere a me stessa di essere malata ho sempre dato colpa al mio caratteraccio non accorgendomi che sono i sintomi della malattia.In breve tempo voglio trovare la forza di parlarne con i miei genitori, per adesso ho avuto il coraggio solo di parlarne con la persona che mi sta vicino e che mi ama tantissimo ed io anche per questo motivo mi sento in colpa e confusa perche' non condivido sempre questo amore...eppure fino a poco tempo fa volevo vivere con lui e avere dei figli ...poi tutto a un tratto non sono piu' sicura di niente lo guardo e iniziano ad evidenziarsi tutti i difetti ai miei occhi essendo poi piu' grande di me di sedici anni mi preoccupo che gli altri mi possano giudicare e penso a come sara' tra dieci anni io quarata lui cinquantacinque, ma fino a poco tempo fa erano pensieri che non sfioravano la mia mente.Allora mi chiedo siccome non e' la prima volta che mi succede di cambiare i miei pensieri cosi' velocemente, mi chiedo saro' mai in grado di amare e vivere una vita senza tanti dubbi e incertezze? Anche se non ricevero' risposta vi ringrazio ugualmente di aver messo a disposizione la vostra professionalita' per aiutare gli altri.

Rosaria, spesso chi soffre di bulimia ha effettivamente...un caratteraccio, nel senso che non convive bene con se stessa e soffre di forti conflittualità interne. I conflitti, da un punto di vista psichico, è facile che si esprimano attraverso dubbi, incertezze, insicurezze e ripensamenti. La bulimia non è una malattia come le altre (per esempio un'influenza), ha la sua origine in un disagio psichico, e si esprime attraverso un rapporto problematico col cibo e col proprio corpo. Ma il nodo centrale riguarda l'identità, il conflitto e l'insicurezza. Ora, che probabilmente è arrivato per lei il momento di scelte importanti, forse il disagio psicologico si sta acutizzando. Fa bene a parlarne in casa, ma farebbe ancora meglio se decidesse finalmente (dieci anni non sono pochi) di rivolgersi ad uno psicoterapeuta per cercare di risolverlo questo problema. E risolverlo, ripeto, significa affrontare le dinamiche psichiche che lo generano. Ci pensi Rosaria, perchè oltre alle insicurezze relative alla sua relazione sentimentale, ci sono anche le sue più personali, che potrebbe stanare e risolvere facendo un buon lavoro su di sé.

(risponde la dott.ssa Elisabetta Corberi)

 

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di bulimia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Compagno con attacchi di rabbi…

Chiara, 41     Sono Chiara ho 41 anni e sono incinta del mio primo figlio al quinto mese, ho sposato il mio compagno un mese fa, stiamo insieme d...

Bambina 10 anni e morte del no…

ELI, 43     Buongiorno, sono mamma di una bambina di 10 anni molto vivace intelligente e matura e al tempo stesso molto sensibile e ansiosa. ...

Cattivo rapporto con i genitor…

Fatina, 17     Da 4 mesi a questa parte non riesco più a stare bene, sia mentalmente che fisicamente. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Pedofilia

  Con il termine pedofilia si intende un disturbo della sessualità di tipo parafilico, caratterizzato da intensi e ricorrenti impulsi o fantasie sessuali ...

Emetofobia

Dal greco emein che significa "un atto o un'istanza di vomito" e fobia, ovvero "un esagerato solito inspiegabile e illogico timore di un particolare oggetto,&nb...

Pensiero

I disturbi della forma e i disturbi del contenuto del pensiero Il pensiero è la funzione psichica complessa che permette la valutazione della realt&agra...

News Letters

0
condivisioni