Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Bulimia (28)

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 122 volte

Elena 29 anni, 23.11.2002

Buongiorno, mio marito, che ha 38 anni, ha preso il vizio di mangiare, abbuffarsi e poi vomitare tutto, questo ultimamente è diventato un'abitudine, se prima lo faceva una volta ogni tanto ora lo fa tutti i giorni.
Pesava 80 Kg e siccome è un "malato" per lo sport, avevo deciso che doveva dimagrire, ha perso 22Kg ora ne pesa 58Kg, ma si vede sempre grasso, e io non riesco a fargli capire che sta sbagliando nel suo comportamento, come posso fare? Grazie

Cara Elena, non credo che tuo marito stia “sbagliando” ma piuttosto che soffra di un disturbo del comportamento alimentare, in modo piuttosto chiaro, da quanto dici.
Se è così, non si tratta di errori di comportamento, ma di disturbo di ordine psicologico.
Credo che per aiutarlo sia importante che lui possa capire questo, che c’è qualcosa che deve affrontare sul piano psichico, che ha a che fare con l’idea che ha di se stesso e con la “maschera” che indossa, con i propri sentimenti di inferiorità ed il tentativo di combatterli inseguendo un modello di perfezione che costantemente si allontana.
Se ne hai voglia vai a dare un’occhiata all’archivio delle domande di psiconline, e cerca quelle che riguardano la bulimia. Oppure, se non l’hai già fatto, leggi gli articoli sui disturbi del comportamento alimentare, sempre sul sito. Lì potrai trovare molte informazioni e forse anche capire quale sia, per te, il comportamento migliore da tenere con tuo marito.
Il consiglio che io posso darti è di non focalizzarti, nei discorsi con lui, sul sintomo (il comportamento alimentare) ma sul disagio interno che lo provoca.

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Se è amore o amicizia con un r…

ALEXA1, 52     Salve sono Alexa ho 52 anni separata da 15, mi trovo ad affrontare una strana situazione da 9 mesi. ...

Bisogno di aiuto (15124250707…

Sarab, 19     Buonasera,ho 19 anni ed ho da poco iniziato l'università. ...

manie e compulsioni (151195457…

Carolina, 50     Buongiorno, mio marito soffre di depressione per cui prende già dei farmaci ma soffre secondo me anche di ossessioni. ...

Area Professionale

Sinergie tra avvocato e psicol…

In molte dispute legali il Giudice nomina un perito esperto della materia (CTU - consulente tecnico d'ufficio), delegato dal Tribunale ad esamniare il caso e a ...

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

Le parole della Psicologia

Riserva cognitiva

Alla fine degli anni Ottanta viene riconosciuta e definita la capacità individuale di resistere al deterioramento cognitivo fisiologico o patologico. Possono e...

Paura

La paura è quell’emozione primaria di difesa, consistente in un senso di insicurezza, di smarrimento e di ansia, di fronte ad un pericolo reale o immaginario, o...

Rimozione

Nella teoria psicoanalitica, la rimozione è il meccanismo involontario, cioè un’operazione psichica con la quale l’individuo respinge nell’inconscio pensieri, i...

News Letters