Pubblicità

bulimia (46373)

0
condivisioni

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 153 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Veronica, 16anni (11.12.2001)

Sono una ragazza, studio, faccio danza classica, la mia è una famiglia che non definirei "modello" ma ci si vive tuttosommato...l'anno scorso soffrivo di anoressia,non ho mai vomitato semplicemente mangiavo il minimo indispensabile...Poi verso febbraio ho iniziato a mangiare di nascosto o dopo i pasti progressivamente sempre di più fino ad arrivare alle abbuffate vere e proprie..l'unico risultato era quello di sentirmi alla fine una "schifezza" di ragazza...nonostante tutto pero ho saputo tenere il mio peso sottocontrollo. Solo che alla fine di quest'estate, che devo dire era molto che non stavo + così tanto bene psicologicamente,mi sono ritrovata con 4-5 chili "di troppo" (dal mio punto di vista naturalmente).Ho cercato con tutta me stessa di riperderli almeno in parte ma non cisono riuscita anzi, queste mie abbuffate che intanto non hanno mai cessato di verificarsi, mi hanno fatta aumentare di altri 2 chili!!Fisicamente sono normopeso ora ma per me sono obesa!!il fatto è che io proprio non riesco +a vivere piango spesso, sono irritabile e nervosa,...sono depressa.mi rendo conto della mia situazione, non riesco a fare nulla però.alterno le abbuffate a digiuni...NON CE LA FACCIO PIù AIUTO chiedo solo aiuto

Cara Veronica, è prezioso che una ragazza come te stia chiedendo aiuto. L'alternarsi dell'anoressia, di cui soffrivi l'anno scorso, con le abbuffate dice qualcosa di significativo che ti riguarda. C'è un mantenere tutto il peso sotto controllo salvo, poi, sentirti in colpa quando ti abbuffi. Può darsi che questo si risolva rapidamente, come un periodo che può capitare a qualsiasi ragazza. Può darsi sia bene, per te, saperne un po' di più. In tal caso ti consiglio di leggere un libro di Fabiola De Clercq: "Tutto il pane del mondo" è il più bello! Potresti contattare la sede dell'ABA più vicina al luogo dove vivi con la tua famiglia o dove studi: c'è anche un sito dell'ABA (Ass. per Bulimia e Anoressia).

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Relazione di coppia patologica…

Matilde, 39     Salve, da qualche anno convivo con un uomo che giunti al secondo anno si è trasformato. Inizialmente ero un po' più fredda io for...

Complesso di inferiorità (1548…

Maria, 24     Sono una ragazza di 24 anni neolaureata, mi sono trasferita a Milano per un master dove attualmente convivo con il mio fidanzato, a...

Tradimento e sofferenza (15486…

Eva, 39     Dopo 12 anni di matrimonio totalizzante e meraviglioso, ho improvvisamente tradito mio marito, una cosa che non avrei mai e poi mai c...

Area Professionale

Articolo 4 - il Codice Deontol…

Articolo 4 Nell’esercizio della professione, lo psicologo rispetta la dignità, il diritto alla riservatezza, all’autodeterminazione ed all’autonomia di coloro ...

Che cos’è il Test del Villaggi…

Il test del Villaggio è un reattivo psicodiagnostico che può essere somministrato ai bambini, agli adolescenti, agli adulti, alle coppie, alla coppia genitore-b...

Articolo 3 - il Codice Deontol…

Articolo 3 Lo psicologo considera suo dovere accrescere le conoscenze sul comportamento umano ed utilizzarle per promuovere il benessere psicologico dell’indiv...

Le parole della Psicologia

Acalculia

L'acalculia è un difetto a effettuare il calcolo mentale e scritto. Il termine acalculia è apparso per la prima volta nel 1925, proposto da Henschen, il qual...

Anancasmo

Con i termine “anancasmo”, dal greco ἀναγκασμός ossia "costrizione, violenza", ci si riferisce al sintomo delle nevrosi ossessive o compulsive, consistente nell...

Innamoramento

Nell'uomo, è una pulsione che provoca una varietà di sentimenti e di comportamenti caratterizzati dal forte coinvolgimento emotivo verso un'altra persona, che, ...

News Letters

0
condivisioni