Pubblicità

bulimia (47662)

0
condivisioni

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 185 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Napoli, 22anni (25.1.2002)

Sono una ragazza di 22 anni, iscritta alla facoltà di psicologia! Un pò di tempo fa ho sofferto di bulimia, a periodi alterni,3 per l'esattezza di circa 3 mesi ognuno! Nonostante credo di esser riuscita a superare la tentazione di andare in bagno dopo mangiato e provocarmi il vomito, sento di avere ancora qualche problema con me stessa...I miei studi mi aiutano, giorno dopo giorno, a capirmi sempre più!Ma mi è sorto un dubbio: la mia dipendenza nel vomitare, non è che è stata sostituita dal fatto che ora,forse, dipendo da una tisana che prendo ogni giorno?!questa mi aiuta meglio ad andare in bagno, è un vero toccasana!!!Ma allora adesso mi sento svuotata in un altro modo???Può,solo questo fattore, esser considerato come un accenno di bulimia?!Ringrazio in anticipo colui che mi risponderà e questo servizio messo a disposizione di tutti!!!!!

Nella bulimia nervosa, insieme al vomito autoindotto i soggetti spesso fanno anche abuso di lassativi o diuretici: Nel suo caso, non avendo, in realtà, informazioni è difficile definire la funzione svolta dalla sua tisana. E' necessario siano presenti comportamenti e vissuti particolari per poter fare una diagnosi di Bulimia Nervosa.

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Madre (1540532640215)

Giusi, 60     Non riusciamo a relazionarci con nostro figlio di 31 anni. ...

Senso di colpa di per aver det…

Delia, 36     Mio figlio di tre anni e mezzo, sta avendo difficoltà ad ambientarsi alla scuola materna. ...

Come non riesco a vivere (1541…

Giulietta, 21     Salve.. Mi chiamo Giulia, ho 21 anni e penso di avere dei seri problemi con l'ansia e le relazioni. ...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Gimnofobia

Il termine, dal greco “gymnos” (nudo) e “phobos” (paura), definisce la paura persistente, anormale ed ingiustificata per la nudità Coloro che soffrono di quest...

Imago

Termine, introdotto da Jung, che designa il prototipo inconscio elaborato a partire dalle prime relazioni intersoggettive, reali o fantasmatiche, con cui il sog...

Istinto

Il termine istinto, come indica l'etimologia stessa (il termine latino “instinctus”, deriva da instinguere, incitare), è usato nel linguaggio ordinario per indi...

News Letters

0
condivisioni