Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

bulimia e depressione (47472)

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 98 volte

n0angel, 16anni (19.1.2002)

Buonasera, sono una ragazza ke è da ormai un mese entrata in depressione e da un anno circa sono bulimica...la mia situazione familiare non è certo delle migliori ma non posso lamentarmi,i miei voti a scuola(liceo linguistico)sono piùcche discreti,inoltre faccio danza classica ke mi piace moltissimo,non ho il ragazzo ma non è questo ke mi manca,come ragazza piaccio,ma non a me!...Sono molto intraprendente o meglio lo ero,ora non ho più voglia di fare nulla:non ho voglia di uscire con i miei amici,di andare a scuola,a danza...di uscire di casa isomma.Mi va solo di stare da sola..I miei genitori sono molto preoccupati e mi chiedono cosa c'è ke non va:io non sono mai riuscita a parlare con loro;gli rispondo"non lo so,non lo so e basta".Invece lo so eccome!Un anno fa ero bulimica appunto,ed ero molto più magra...ultimamente le mie abbuffate di bulimica sempre più frequenti e incontrollabili mi hanno fatta ingrassare ed entrare in un mondo ancora peggiore:la DEPRESSIONE...NON MI ACCETTO+NON CE LA FACCIO.Da ciò ke penso di me dipende tutto l'andare della mia vita che non sta peggiorando, sta DEGENERANDO;mi sento ingombrante ora,mi vedo grassa(anche se so di essere in normopeso,o 1-2 kg di+)MI SENTO MALE,sono infelice e la vita da un mese la vedo come uno SCHIFO.Soffro tanto per ciò che non sono più,proprio non riesco ad accettrmi...Io non lo so, ma vorrei avere un cosiglio su cosa dovrei fare, come comportarmi con me...m'ammazzerei volentieri se ne avessi il coraggio...AIUTO vi prego
n0angel

 

Cara ragazza, chiedi un consiglio su come comportarti con te. Da quello che dici sei bulimica ed è questo che ti porta alla depressione. Dunque ci sono solo due cose da fare: o accetti la tua bulimia senza deprimerti o risolvi le cause che ti spingono ad abbuffarti. Nel primo caso non c'è nulla in cui uno psicologo ti possa aiutare, nel secondo caso c'è molto AIUTO che puoi ricevere! A volte, alla tua età, la bulimia si risolve spontaneamente; altre volte è opportuno rivolgersi ad un professionista per intraprendere una psicoterapia. Può anche essere utile incontrare qualcuno che ha il tuo stesso problema per confrontarti: l'ABA (Ass. per lo studio di Bulimia e Anoressia) organizza dei gruppi con ragazze bulimiche ed anoressiche. Puoi rivolgerti a loro oppure puoi scriverci ancora. Ci sarebbero tante cose che potresti chiarire: perchè hai voglia di stare da sola, perchè pur piacendo non stai con un ragazzo, ecc.

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fobia di non riuscire a tratte…

Marco989898, 14     Il mio problema è che ho la continua ossessione di andare in bagno e anche se all'inizio sembrerà  una cosa stupida, son...

E' realmente un problema? (151…

Flick, 27     Buongiorno, sono una donna di 27 anni e da quando ne ho compiuti più o meno 19, nei momenti di maggiore stress sento un forte impul...

Credo di essere depressa, mi a…

Psiche, 33     Salve, vi scrivo perchè da un pò di tempo (non so neanche io precisamente quanto) ho dei sintomi che mi fanno presagire qualcosa d...

Area Professionale

Proteggere il proprio nome onl…

Una cosa che si impara molto presto nel mondo di internet e della pubblicità online è che non serve, o meglio non basta, essere presenti nel web, aggiornare il ...

Il confine nelle dinamiche di …

Il Test I.Co.S. è un test semi-proiettivo che permette di ottenere indicazioni dettagliate sugli aspetti di personalità e sulle relazioni dei singoli soggetti a...

La Certificazione Psicologica:…

Nella pratica clinica è possibile trovarsi di fronte ad una specifica richiesta, da parte del paziente/cliente, di una Certificazione che attesti, sia dal punto...

Le parole della Psicologia

Narcoanalisi (o narcoterapia)

Detta anche narcoterapia, è una tecnica diagnostica e terapeutica, utilizzata in psichiatria, che consiste nella somministrazione lenta e continua, per via endo...

Disturbi somatoformi

I Disturbi Somatoformi rappresentano una categoria all’interno della quale sono racchiuse entità cliniche caratterizzate dalla presenza di sintomi fisici non im...

Agrafia

Il termine Agrafia deriva dal greco a-grapho (non-scrivo), indica la perdita parziale (paragrafia) o totale della capacità di scrivere, che insieme a quella d...

News Letters