Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Bulimia e rapporto di coppia (001854)

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 806 volte

Aral, 28 anni

Salve, vi ringrazio anticipatamente per la risposta che mi darete. Il problema è il seguente: mi sono da poco lasciato con una ragazza. Riflettendo sul perchè è finita, sono giunto alla conclusione che forse il tutto è ricollegabile al suo problema di bulimia. Lei dice che non ne soffriva più, ma ho notato che aveva comunque influenzato il suo carattere, perchè quando si parlava di dieta o di fare ginnastica, evitava l'argomento. Purtroppo, il suo ambiente familiare non l'aiuta. Infatti frequentando assiduamente casa sua mi sono ingrassato per le abbuffate che si facevano ogni qualvolta che andavo o a pranzo o cena. Per questo 1 anno fa decisi di mettermi a dieta, però credo di aver commesso lo sbaglio di coinvolgere lei, visto che si era ingrassata. I primi tempi che stavamo insieme mi confido che la sua paura era quella di fare una dieta perchè aveva timore che potesse riprendere con i comportamenti compensatori.Ai miei stimoli, credo però che lei abbia reagito mettendosi sulla difesinva e quindi ha cercato di allontanarmi trovando alla fine il modo per farsi lasciare, trattandomi male evidenziando solo i miei difetti ecc. Ed io inconscio ho fatto il suo gioco per cui il nostro rapporto si è a poco a poco spento. Per cui, ci siamo lasciati e la sua spiegazione è che non eravamo fatti l'uno per l'altro come a giustificare il vero perchè.
Ora però, ripensando ai suoi comportamenti al suo passato e a come cercava di fuggire dall'argomento dieta, sto soffrendo perchè non so come poterla riconquistare o quanto meno aiutarla. E' accaduto poi una situazione particolare, dopo che ci siamo lasciati, sono andata a trovarla a casa sua e lei non ha resistito alle mie avance e abbiamo fatto l'amore, lei mi ha detto che era solo sesso. Quindi, mi domando se anche questo è un ulteriore sintomo del suo problema. Non so che fare. La mia domanda è: devo parlarle e cercare di farle capire che deve affrontare prima o poi il problema o lasciar perdere tutto, anche perchè temo di perderla del tutto. Grazie mille.

Gentile Aral, forse e' il caso di lasciar sbollire la cosa, se i sintomi della sua ex sono tali, non deve essere stato facile per lei gestire questo vostro rapporto e lasciarvi o meglio farsi lasciare. A questo punto cerchi di mettere da parte quelle che sono le sue esigenze e pensi al benessere di questa persona, forse in questo momento una pausa e' quello che ci vuole per entrambi per cercare di vedere la situazione in modo piu' distaccato. Dopodiche' se riuscierete entrambi e sopratutto la sua ex, a superare la cosa non e' escluso che vi potrete riavvicinare in modo piu' sano.

( risponde la dott.ssa Benedetta Mattei )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di anoressia/bulimia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Bisogno di aiuto (15124250707…

Sarab, 19     Buonasera,ho 19 anni ed ho da poco iniziato l'università. ...

manie e compulsioni (151195457…

Carolina, 50     Buongiorno, mio marito soffre di depressione per cui prende già dei farmaci ma soffre secondo me anche di ossessioni. ...

Aiuto consiglio (1512841413383…

Francesco, 30     Salve. Non questa estate appena passata ma la scorsa sono stato ricoverato in psichiatria con la forza senza il mio consenso. ...

Area Professionale

Sinergie tra avvocato e psicol…

In molte dispute legali il Giudice nomina un perito esperto della materia (CTU - consulente tecnico d'ufficio), delegato dal Tribunale ad esamniare il caso e a ...

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

Le parole della Psicologia

Sindrome dell’arto fantasma

 "Se togli a un uomo la gamba destra, anche a distanza di anni, ci saranno giorni in cui ti dirà che sente la gamba stanca, sì, la destra, gli farà male, p...

La Sindrome di Stendhal

Patologia  psicosomatica, caratterizzata  da un senso di malessere diffuso provato di fronte alla visione di opere d’arte di straordinaria bellezza. ...

Folie à deux

La folie à deux è un disturbo psicotico condiviso, ossia una “follia simultanea in due persone”.  Essa è una psicosi reattiva che insorge in modo simultane...

News Letters