Pubblicità

bulimia e vita di coppia (45630)

0
condivisioni

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 220 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Andrea, 24anni (22.11.2001)

SALVE DA POCHI GIORNI NEL MIO RAPPORTO DI COPPIA SI E' PRESENTATO UN NUOVO PROBLEMA.
LA MIA RAGAZZA HA 20 ANNI E DA DUE ANNI HA SINTOMI DI BULIMIA (MANGIA TUTTO CIO' CHE LE CAPITA DAVANTI SENZA RISPETTARE GLI ORARI DEI PASTI)IL RISULTATO DI TUTTO QUESTO E' IL SOVRAPPESO COME DICE LEI CHE A MIO PARERE NON ESISTE E IL CROLLO DEL NOSTRO RAPPORTO.
LEI E' SOTTO CURA DA ALCUNI MEDICI IN UN CENTRO SPECIALIZZATO CHE GLI HANNO PRESCRITTO UNA DIETA CHE NON TANTO RIESCE A RISPETTARE E CHE COMUNQUE COME DICE LEI NON RIESCONO A CAPIRE IL PROBLEMA.
IL NOSTRO RAPPORTO E' UN RAPPORTO A DISTANZA SIAMO MOLTO DISTANTI PERCHE' STUDIA A 1000 KM. DA ME, MA QUESTO PROBLEMA NON INFLUISCE MOLTO NEL NOSTRO RAPPORTO E NEL SUO PROBLEMA PERCHE' IO GLI SONO MOLTO ACCANTO E CI SENTIAMO MOLTO SPESSO AL TEL E RISECO A COMPRENDERLA MOLTO FACILMENTE PERCHE' IO CREDO NELLA NOSTRA STORIA CHE DURA DA SEI ANNI, MA TRE GIORNI FA VIENE A CASAMIA SI SIEDE AL TAVOLO E MI DICE TI DEVO DIRE UNA COSA: NON VOGLIO PIU' STARE CON TE.
IO SBALORDITO GLIO HO CHIESTO UN PERCHE' E LEI MI HA RISPOSTO NON TI AMO PIU' NON PROVO PIU' NIENTE PER TE E POI NON RIESCO PIU' A FARE L'AMORE.FATTO STA CHE E' TORNATA NELLA CITTA' DOVE VIVE ADESSO SENZA SALUTARMI E SENZA FARSI SENTIRE LE ULTIME SUE PAROLE SONO STATE NON PROVO PIU' NINETE PER TE E' FINITA.
ADESSO IO MI CHIEDO COME FA A FINIRE UNA STORIA COSI' DA UN GIORNO ALLA'ALTRO SENZA VALIDI MOTIVI QUANDO POI LA SERA PRIMA MI AVEVA DETTO CHE MI AMAVA E CHE PAGHEREBBE PER PASSARE DELLE SERATE COSI' CON ME...IO LA ADORAVO NEL VERO SENSO DELLA PAROLA E NON GLI SONO MAI MANCATO DI RISPETTO SARA' SATATO QUESTA LA CAUSA DI TUTTO? LA CERTEZZA DI NON PERDERMI?LA CERTEZZA CHE IO LA ASCOLTO SEMPRE IN QUALSIASI MOMENTO MI CHIAMI?..SONO VERAMENTE DISPERATO CONSIGLIATEMI.
GRAZIE

Caro Andrea, innanzitutto non sono così certo che tu abbia perduto per sempre la tua ragazza. Un rapporto di coppia che risale all'adolescenza, a 6 anni fa, non si conclude in pochi giorni. Può darsi che vi siate già chiariti nel momento in cui leggi la mia risposta.
E' veramente difficile valutare il collegamento fra queste frasi sorprendenti della tua ragazza e i suoi problemi di bulimia. In ogni caso lei è già in cura in un centro specializzato ed è bene che prosegua lì il suo percorso a meno che non vi sia qualcosa che non funziona. In tal caso fammi sapere ...Quanto a te, se la situazione con la tua ragazza non si dovesse aggiustare ti consiglio di cercarla. Davvero non credo sia già finita.Comunque tienimi aggiornato sull'evolversi del vostro rapporto! Vorrei saperne di più...

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ansia di perdere i propri cari…

Rita, 22     Salve, parlo a nome del mio fidanzato che non sa che sto scrivendo qui. ...

Madre (1540532640215)

Giusi, 60     Non riusciamo a relazionarci con nostro figlio di 31 anni. ...

Senso di colpa di per aver det…

Delia, 36     Mio figlio di tre anni e mezzo, sta avendo difficoltà ad ambientarsi alla scuola materna. ...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Abreazione

Il termine fu coniato da Freud e Breuer nel 1895 per designare il meccanismo inconscio, secondo il quale un individuo si libera dall’affetto connesso ad un even...

Cataplessia

E’ un disturbo caratterizzato dalla perdita improvvisa del tono muscolare durante la veglia, solitamente causata da forti emozioni. La debolezza muscolare tipi...

Castità

Il termine "Castità" deriva dal latino castus, "casto" - connesso probabilmente al verbo carere, "essere privo (di colpa). Esso indica, nell' accezione comun...

News Letters

0
condivisioni