Pubblicità

Bulimia nervosa (000415)

0
condivisioni

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 122 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Mabel Noè, 28 anni

Buongiorno, sono una donna felicemente sposata con due splendidi bambini. La mia vita però non mi soddisfa, sento di avere un problema di socializzazione che mi rende isolata tipo "eremita", non ho contatti con persone al di fuori di mio marito, mia madre e mia suocera da almeno otto anni. Non lavoro e questo mi isola ancora di più, ma anche questo è una conseguenza del mio problema. Quando riesco a far conoscenza con qualcuno il mio rapporto diventa ossessionante per me e credo sempre che telefonando o incontrando la persona in questione io possa dare fastidio così dopo poco il contatto si esaurisce senza essere neanche stato approfondito. Ho il terrore di dare fastidio, anche con i parenti stretti, questo mio senso di solitudine, inadeguatezza e impotenza mi portano a sfogarmi con il cibo, ad abbuffarmi e poi vomitare, anche tre volte al giorno. Mio marito ha anche lui un problema di iperfagia, ha sempre necessità di essere rassicurato ed è anche lui sempre insoddisfatto. Non sappiamo a quale specialista rivolgerci, riconosciamo di avere un problema psicologico probabilmente radicato dall' infanzia, ma siamo soli e non sappiamo a chi rivolgerci. La ringrazio per il tempo che mi ha dedicato e porgo Cordiali saluti. Mabel

Cara Mabel, faresti bene a rivolgerti ad uno psicoterapeuta, e probabilmente anche tuo marito. Generalmente i problemi di socializzazione come il tuo sono legati a delle paure o anche a delle insicurezze, che impediscono di sentirsi a proprio agio nei rapporti sociali, che fanno sentire appunto inadeguati rispetto alle altre persone, e inducono piano piano, spesso in maniera inconsapevole, all’isolamento.
Un lavoro di psicoterapia indaga sulle cause delle paure e aiuta a sbloccare i nodi conflittuali e le emozioni represse, restituendo, se tutto funziona, maggior sicurezza e benessere. Non so dove abiti, ma non ti sarà difficile trovare uno specialista nella tua città. Puoi guardare anche su questo sito, ci sono i terapeuti suddivisi per regione. Ti invito a fare questo passo non solo per te stessa, che te lo devi; ma anche per i tuoi splendidi bambini, che cresceranno meglio se avranno una mamma soddisfatta di sé e della propria vita.

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di anoressia/bulimia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Compagno con attacchi di rabbi…

Chiara, 41     Sono Chiara ho 41 anni e sono incinta del mio primo figlio al quinto mese, ho sposato il mio compagno un mese fa, stiamo insieme d...

Bambina 10 anni e morte del no…

ELI, 43     Buongiorno, sono mamma di una bambina di 10 anni molto vivace intelligente e matura e al tempo stesso molto sensibile e ansiosa. ...

Cattivo rapporto con i genitor…

Fatina, 17     Da 4 mesi a questa parte non riesco più a stare bene, sia mentalmente che fisicamente. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Tic

I tic sono quei disturbi, che consistono in movimenti frequenti, rapidi, involontari, apparentemente afinalistici. Sono percepiti come irresistibili, ma posson...

Podofobia

Una tra le paure meno conosciute sembra essere la podofobia ovvero la paura dei piedi. Il termine fobia (che in greco significa “paura” e “panico”)&n...

Acrofobia

L'acrofobia è definita come una paura dell'altezza. A differenza di una fobia specifica come l'aerofobia, ossia la paura di volare, l'acrofobia può generare uno...

News Letters

0
condivisioni