Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

cattiva alimentazione (43217)

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 103 volte

Anonima,20anni (13.9.2001)

Sono una ragazza di vent'anni,con una vita poco facile.L'ambiente familiare in cui vivo è tutt'altro che sereno,non ho mai trascorso un solo giorno della mia vita ,senza sentire i miei litigare o dirsi le piu' grandi cattiverie.NON mi sono mai sentita una ragazza normale,e questo ha sempre compromesso ogni tipo di rapporto con gli altri.Vivo in un mondo fatto da me,e dalla mia disperazione.Tutti imiei fallimenti mi rendono nervosa e triste contemporaneamente.Questo stato d'animo scatena in ogni momento ,della giornata,attacchi di fame.Insomma nei momenti difficili cerco consolazione nel cibo.Cerco continuamente di riempire,in questo modo dei vuoti che non sono nel mio stomaco,ma nell'anima.La mia domanda è questa:si tratta di un vero e proprio disturbo alimentare?C'è qualche farmaco che potrei assumere?vi prego aiutatemi,nessuno capisce che è un qualcosa piu' forte di me,e tuti pensano che io debba semplicemente mettermi a dieta!Se solo fosse cosi facile,gia' ci sono io a farmi schifo per la mia linea!!vi ringrazio...

Non ho elementi sufficienti per comprendere se si tratta di un disturbo dell'alimentazione e, in ogni caso non è professionale fare diagnosi telematiche. Sicuramente, come lei dice non ha avuto una vita serena, ma oggi serve a poco continuare a pensare in questi termini. Oggi, solo lei può modificare la sua vita cercando di darle un senso. Se in questo può esserle d'aiuto una psicoterapia, non è sempre facile farcela da soli, non abbia remore o paura e soprattutto non se ne vergogni.
Cominci a leggere il testo "Alle mie pazienti dico" di Riccardo Dalle Grave" ed. Positive Press e lo faccia leggere anche a chi le dice che in fondo si tratta solo di fare una semplice dieta. Coraggio e Auguri!

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Bisogno di aiuto (15124250707…

Sarab, 19     Buonasera,ho 19 anni ed ho da poco iniziato l'università. ...

manie e compulsioni (151195457…

Carolina, 50     Buongiorno, mio marito soffre di depressione per cui prende già dei farmaci ma soffre secondo me anche di ossessioni. ...

Aiuto consiglio (1512841413383…

Francesco, 30     Salve. Non questa estate appena passata ma la scorsa sono stato ricoverato in psichiatria con la forza senza il mio consenso. ...

Area Professionale

Sinergie tra avvocato e psicol…

In molte dispute legali il Giudice nomina un perito esperto della materia (CTU - consulente tecnico d'ufficio), delegato dal Tribunale ad esamniare il caso e a ...

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

Le parole della Psicologia

Frustrazione

La frustrazione può essere definita come lo stato in cui si trova un organismo quando la soddisfazione di un suo bisogno viene impedita o ostacolata. Rappresen...

Androfobia

L’androfobia rientra nella grande categoria delle fobie e viene definita come paura degli uomini. Nelle femmine questa paura tende a determinare un’...

Workaholism

Il workaholism, o dipendenza dal lavoro, può essere definito come “una spinta interna irresistibile a lavorare in maniera eccessivamente intensa”. Esso è consid...

News Letters