Pubblicità

cattiva alimentazione (43217)

0
condivisioni

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 148 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Anonima,20anni (13.9.2001)

Sono una ragazza di vent'anni,con una vita poco facile.L'ambiente familiare in cui vivo è tutt'altro che sereno,non ho mai trascorso un solo giorno della mia vita ,senza sentire i miei litigare o dirsi le piu' grandi cattiverie.NON mi sono mai sentita una ragazza normale,e questo ha sempre compromesso ogni tipo di rapporto con gli altri.Vivo in un mondo fatto da me,e dalla mia disperazione.Tutti imiei fallimenti mi rendono nervosa e triste contemporaneamente.Questo stato d'animo scatena in ogni momento ,della giornata,attacchi di fame.Insomma nei momenti difficili cerco consolazione nel cibo.Cerco continuamente di riempire,in questo modo dei vuoti che non sono nel mio stomaco,ma nell'anima.La mia domanda è questa:si tratta di un vero e proprio disturbo alimentare?C'è qualche farmaco che potrei assumere?vi prego aiutatemi,nessuno capisce che è un qualcosa piu' forte di me,e tuti pensano che io debba semplicemente mettermi a dieta!Se solo fosse cosi facile,gia' ci sono io a farmi schifo per la mia linea!!vi ringrazio...

Non ho elementi sufficienti per comprendere se si tratta di un disturbo dell'alimentazione e, in ogni caso non è professionale fare diagnosi telematiche. Sicuramente, come lei dice non ha avuto una vita serena, ma oggi serve a poco continuare a pensare in questi termini. Oggi, solo lei può modificare la sua vita cercando di darle un senso. Se in questo può esserle d'aiuto una psicoterapia, non è sempre facile farcela da soli, non abbia remore o paura e soprattutto non se ne vergogni.
Cominci a leggere il testo "Alle mie pazienti dico" di Riccardo Dalle Grave" ed. Positive Press e lo faccia leggere anche a chi le dice che in fondo si tratta solo di fare una semplice dieta. Coraggio e Auguri!

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ansia ingestibile (15442947529…

Sofia, 17     E' da un anno che la mia vita non é più come era prima. a causa del tanto stress provocato probabilmente dalla scuola e dalla famig...

Disturbo alimentare (154418616…

Isa21,  20     Carissimo psiconline, saró breve e cercheró di spiegare come mi sento in maniera piú chiara possibile.Vivo all'estero per st...

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Binge Eating Disorder

Non si conosce ancora la causa esatta del BED (binge Eating Disorder), anche perché è una patologia da poco individuata e studiata come categoria a sé stante (s...

Solipsismo

Il solipsismo (dal latino "solus", solo ed "ipse", stesso, quindi "solo se stesso") è un attaccamento patologico al proprio corpo di tipo autistico o narcisisti...

Lapsus

Il lapsus (in latino "caduta/scivolone") è un errore involontario consistente nel sostituire un suono o scrivere una lettera invece di un’altra, nella fusione d...

News Letters

0
condivisioni