Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Cibo (1996)

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 134 volte

Valentina, 21 anni

Sono una ragazza di 21 anni, nella mia vita va tutto benissimo, ho un fidanzato che mi ama per quello che sono, una famiglia comprensiva e disponibile, studio psicologia con buoni risultati e tra un pò conseguirò anche la laurea triennale...tutto bene quindi, se non fosse per il fatto che utilizzo il cibo per superare momenti di tristezza o ansia. Non ho mai utilizzato il vomito autoindotto o l'utilizzo di lassativi dopo le abbuffate, il mio è un mangiare in eccesso senza poi vomitare niente, così ingrasso. Quando mi sento triste o stanca tendo ad ingerire quantità eccessive di cibo, in particolare dolci, latte o pane. Come liberarmi da questa abitudine così nociva? Il problema non è solo il grasso che accumulo, ma anche il forte senso di colpa che poi mi assale, perchè, visto che sono circa 8 kili sovrappeso, dovrei stare a dieta. Grazie.

Cara Valentina, lo studio della psicologia in questo caso non aiuta affatto. La comprensione e la lucida analisi della propria situazione, infatti, non fanno altro che acuire la reazione al problema, come lei di sicuro avrà sperimentato (Parlo per esperienza personale). Dunque il mio consiglio è di dimenticare momentaneamente tutte le sue conoscenze in materia: per utilizzare davvero l'aiuto di uno specialista in questo campo bisogna "lasciar fare" a lui. Le dico questo perchè il disturbo di cui parla non passa attraverso la ragione, nè attraverso l'intelletto, nè soprattutto dalla volontà.
Deve "aprire" all'ascolto la sua parte emotiva e irrazionale, perchè è quella parte che la spinge a "perdere il controllo" quando mangia (nei momenti di tristezza e ansia). Dunque la esorto a rivolgersi a uno psicoterapeuta specializzato in disturbi dell'alimentazione, o a un centro ospedaliero, dove potrà essere aiutata a riconoscere, e successivamente controllare, le sue emozioni positive e negative. Non sempre quando "va tutto benissimo" il nostro inconscio è d'accordo! In bocca al lupo, anche per la sua professione!

( risponde la dott.ssa Camilla Ponti )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di anoressia/bulimia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Credo che al mio ragazzo inte…

Flavia, 23     Salve, sono una ragazza di 23 anni. Per cinque mesi sono stata con un ragazzo che ho lasciato nei giorni scorsi. ...

Depressione a causa di una rag…

Pasq, 25     Sono un ragazzo di 25 anni, 1 anno fa conobbi una ragazza, e subito abbiamo stretto amicizia e siamo diventati molto amici. ...

dipendenza da chat (1511886186…

Mau, 38     Buongiorno, sono un ragazzo gay, ho 38 anni ed ho una relazione da 4 anni con il mio compagno; l' unico se possiamo dire "neo" che c...

Area Professionale

La psicologia incontra l'arte …

Ancora una volta la psicologia scende fra la gente e si preoccupa del benessere e della bellezza. Ancora una volta gli psicologi dimostrano una grande capacità ...

Proteggere il proprio nome onl…

Una cosa che si impara molto presto nel mondo di internet e della pubblicità online è che non serve, o meglio non basta, essere presenti nel web, aggiornare il ...

Il confine nelle dinamiche di …

Il Test I.Co.S. è un test semi-proiettivo che permette di ottenere indicazioni dettagliate sugli aspetti di personalità e sulle relazioni dei singoli soggetti a...

Le parole della Psicologia

Cyberbullismo

Il termine cyberbullismo, o bullismo on-line, indica una nuova forma di bullismo e di molestia che avviene tramite l’uso delle nuove tecnologie: e-mail, blog, c...

Fobie

Nel DSM-IV la fobia specifica è definita come la "paura marcata e persistente, eccessiva o irragionevole, provocata dalla presenza o dall'attesa di un og...

Masochismo

Deviazione sessuale di meta che spinge l'individuo a cercare l'eccitazione e il piacere solo attraverso la violenza fisica o morale che gli viene inflitta. Spes...

News Letters