Pubblicità

Crisi isteriche? (50803)

0
condivisioni

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 271 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Prozac 80, 22 anni, 17.06.02

Da quando ho iniziato ad assumere il prozac a causa della mia bulimia ho spesso delle crisi isteriche, attimi di vera follia in cui potrei distruggere qualsiasi cosa incontri,o addirittura me stessa.Sono stanca di vedere il mio ragazzo disperato nel tentare di calmarmi,lui è arrivato a legarmi la mani (con le sue)finchè non mi calmo.Le crisi sono spesso durature, provocate anche da sciocchezze, e sono a dir poco un incubo per entrambi.Possibile che tutto dipenda dal prozac?Possibile che devo considerare la mia vita distrutta a causa di un farmaco che, a detta dei medici, dovrebbe salvarmela?Il tutto non si limita a questo, ma devo aggiungere che da un po' di tempo sono diventata eccessivamente insicura, al punto che non riesco più a stare in compagnia di nessuno, tendo alla solitudine (una volta ero molto vivace)e penso spesso alla morte, per non parlare degli incubi atroci che faccio la notte(gente sgozzata, squartata, organi umani che mi vengono lanciati addosso). Aiuto! e vi prego, perdonate lo sfogo. GRAZIE!

L'unico aiuto che posso darle è suggerirle di parlare con lo psichiatra che le ha prescritto il prozac, forse occorre rivedere la cura farmacologica, poi, di intraprendere una psicoterapia. Solo indagando su suoi vissuti, su se stessa, quindi, potrà effettivamente comprendere il senso di quanto le sta accadendo. Se si aspettava una risposta immediata al suo malessere, mi dispiace averla delusa ma non esistono risposte del genere. Occorrono tempo, pazienza e impegno per comprendere i meccanismi, i significati e le emoziopni che soggiacciono

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Compagno con attacchi di rabbi…

Chiara, 41     Sono Chiara ho 41 anni e sono incinta del mio primo figlio al quinto mese, ho sposato il mio compagno un mese fa, stiamo insieme d...

Bambina 10 anni e morte del no…

ELI, 43     Buongiorno, sono mamma di una bambina di 10 anni molto vivace intelligente e matura e al tempo stesso molto sensibile e ansiosa. ...

Cattivo rapporto con i genitor…

Fatina, 17     Da 4 mesi a questa parte non riesco più a stare bene, sia mentalmente che fisicamente. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Paura

La paura è quell’emozione primaria di difesa, consistente in un senso di insicurezza, di smarrimento e di ansia, di fronte ad un pericolo reale o immaginario, o...

dipendenza da shopping

La sindrome da acquisto compulsivo è un disturbo del controllo degli impulsi che indica il bisogno incoercebile di fare compere, anche senza necessità, ed è anc...

Xenofobia

Il significato etimologico del termine Xenofobia (dal greco ξενοφοβία, composto da ξένος, ‘estraneo, insolito’, e φόβος, ‘paura’) è “paura dell’estraneo” o anch...

News Letters

0
condivisioni