Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Crisi isteriche? (50803)

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 173 volte

Prozac 80, 22 anni, 17.06.02

Da quando ho iniziato ad assumere il prozac a causa della mia bulimia ho spesso delle crisi isteriche, attimi di vera follia in cui potrei distruggere qualsiasi cosa incontri,o addirittura me stessa.Sono stanca di vedere il mio ragazzo disperato nel tentare di calmarmi,lui è arrivato a legarmi la mani (con le sue)finchè non mi calmo.Le crisi sono spesso durature, provocate anche da sciocchezze, e sono a dir poco un incubo per entrambi.Possibile che tutto dipenda dal prozac?Possibile che devo considerare la mia vita distrutta a causa di un farmaco che, a detta dei medici, dovrebbe salvarmela?Il tutto non si limita a questo, ma devo aggiungere che da un po' di tempo sono diventata eccessivamente insicura, al punto che non riesco più a stare in compagnia di nessuno, tendo alla solitudine (una volta ero molto vivace)e penso spesso alla morte, per non parlare degli incubi atroci che faccio la notte(gente sgozzata, squartata, organi umani che mi vengono lanciati addosso). Aiuto! e vi prego, perdonate lo sfogo. GRAZIE!

L'unico aiuto che posso darle è suggerirle di parlare con lo psichiatra che le ha prescritto il prozac, forse occorre rivedere la cura farmacologica, poi, di intraprendere una psicoterapia. Solo indagando su suoi vissuti, su se stessa, quindi, potrà effettivamente comprendere il senso di quanto le sta accadendo. Se si aspettava una risposta immediata al suo malessere, mi dispiace averla delusa ma non esistono risposte del genere. Occorrono tempo, pazienza e impegno per comprendere i meccanismi, i significati e le emoziopni che soggiacciono

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fobia di non riuscire a tratte…

Marco989898, 14     Il mio problema è che ho la continua ossessione di andare in bagno e anche se all'inizio sembrerà  una cosa stupida, son...

E' realmente un problema? (151…

Flick, 27     Buongiorno, sono una donna di 27 anni e da quando ne ho compiuti più o meno 19, nei momenti di maggiore stress sento un forte impul...

Credo di essere depressa, mi a…

Psiche, 33     Salve, vi scrivo perchè da un pò di tempo (non so neanche io precisamente quanto) ho dei sintomi che mi fanno presagire qualcosa d...

Area Professionale

Proteggere il proprio nome onl…

Una cosa che si impara molto presto nel mondo di internet e della pubblicità online è che non serve, o meglio non basta, essere presenti nel web, aggiornare il ...

Il confine nelle dinamiche di …

Il Test I.Co.S. è un test semi-proiettivo che permette di ottenere indicazioni dettagliate sugli aspetti di personalità e sulle relazioni dei singoli soggetti a...

La Certificazione Psicologica:…

Nella pratica clinica è possibile trovarsi di fronte ad una specifica richiesta, da parte del paziente/cliente, di una Certificazione che attesti, sia dal punto...

Le parole della Psicologia

L’adolescenza

L'adolescenza (dal latino adolescentia, derivato dal verbo adolescĕre, «crescere») è quel tratto dell'età evolutiva caratterizzato dalla transizione dallo stato...

Castrazione (complesso di)

Insieme di emozioni, sentimenti e immagini inconsce fissate nell’adulto che non ha superato l’angoscia di castrazione. La riattivazione di questa ...

Ortoressia

L'ortoressia (dal greco orthos "corretto" e orexis "appetito") è una forma di attenzione abnorme alle regole alimentari, alla scelta del cibo e alle sue caratte...

News Letters