Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Disordini alimentari (102601)

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 49 volte

Stefania 20

Fino a circa un anno fa pesavo quasi 100 chili. Ho sempre mal sopportato questa mia obesità ma nessuno in famiglia è mai stato in grado di aiutarmi. I miei si sono separati con liti e denincie. Io ho cambiato città per motivi di studio e in un anno sono dimagrita circa 30 chili. Sono felice perchè vivo studio e lavoro e mi sento realizzata. Mia madre vive ora nella mia stessa città e fino ad ora mi sono fatta carico anche dei suoi problemi sia finanziari che emotivi. Vivo con 2 amiche. Con mio padre ho rapporti nulli. Mi accade di mangiare praticamente nulla durante il giorno (un pacchetto di cracker o un insalata, pesce lesso o un cappuccino) poi, specie quando vado da mia madre mangio in maniera che per me ora è spropositata: la pasta, bevo la cocacola, mangio il dolce. Subito dopo mi sento in colpa per aver mangiato e a volte sto male a tal punto che vomito (non me lo provoco io). Mi sto rendendo conto di non riuscire più a fare un pasto normale. A volte mangio la brioches al mattino con il caffè, poi fino alle sera nulla. Anche il mio ciclo mestruale è sballato, anzi sono praticamente 3 mesi che non ce l ho e non ho alcun rapporto sessuale. Cosa posso fare??? Non ho i soldi per andare da uno psicologo o da uno specialista...

Da quanto scrivi si può ipotizzare che ci sia una situazione non risolta con la mamma.... Il fatto che tu sia stata meglio quando eri lontana, e che eccedi col cibo quando sei da lei, lasciano pensare che ci siano nodi emotivi da sciogliere e ovviamente da capire. Avresti bisogno di andare da uno psicoterapeuta per fare questo... ce ne sono anche di poco esosi e ci sono molti centri e associazioni che si occupano di disturbi alimentari. So che è un impegno, non solo economico, e so anche che non riuscirai a prendertelo fintanto che non deciderai di smettere di farti del male. Intanto ti consiglio di informarti sull'argomento, ci sono molti articoli e libri che parlano di questo problema e potrebbero aiutarti a farti riflettere sulle tue problematiche psicologiche e magari anche aiutarti a riolverle. Cerca comunque, fatti domande e cerca le risposte. Soprattutto ascoltati, ascolta le tue emozioni, oltre ai pensieri; cerca la matrice della tua disistima, del tuo rifiuto e della tua avidità sotterranea. Devi recuperare un rapporto di amore con te stessa.

(risponde La dott.ssa Elisabetta Corberi)

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di anoressia/bulimia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ansia e depressione (151012456…

Paolo, 26     Salve, da una settimanella a questa parte ho sviluppato una serie di sintomi apparentemente slegati (almeno secondo il medico) e qu...

ansia (1510264195644)

Vanessa, 44     Ciao. Sono una donna single, innamorata dei viaggi. ...

Credo che al mio ragazzo inte…

Flavia, 23     Salve, sono una ragazza di 23 anni. Per cinque mesi sono stata con un ragazzo che ho lasciato nei giorni scorsi. ...

Area Professionale

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

La psicologia incontra l'arte …

Ancora una volta la psicologia scende fra la gente e si preoccupa del benessere e della bellezza. Ancora una volta gli psicologi dimostrano una grande capacità ...

Le parole della Psicologia

Disturbo schizotipico di perso…

Disturbo di personalità  caratterizzato da  isolamento sociale, comportamento insolito e bizzarro,  “stranezze del pensiero.” Il Disturbo schizo...

Negativismo

Con il termine Negativismo si può indicare, in linea generale, un comportamento contrario o opposto, di tipo sia psichico che motorio. ...

Training Autogeno

Il training autogeno nasce come tecnica ideata da J.H. Schultz, neurologo e psichiatra.Training significa “allenamento”, autogeno “che si genera da sé”; ciò dif...

News Letters