Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Disturbi alimentari (001703)

0
condivisioni

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 93 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Stefania, 28 anni

E' da un bel po' di tempo (ormai sara' un anno) che non riesco piu' a fare una dieta ma ogni 3/4 giorni "m'ingozzo" con tutto quello che mi capita, preferendo i dolci. Tutto questo mi provoca piacere/sollievo nel momento in cui mangio per poi essere "invasa" dai sensi di colpa. Ho paura che ormai tutto cio' sia fuori dal mio controllo e sto "aumentando" di peso con relativo abbassamento dell' autostima. Per fortuna questo viene intervallato da periodi di dieta ma, visto che poi mi abbuffo di cioccolata, che non hanno alcun risultato. I motivi che mi spingono a mangiare sono tanti, e sono dovuti a tristezza, ma il piu' delle volte è fame nervosa. Vorrei profondamente una relazione affettiva stabile, qualcuno "su cui poter contare" ....sono disperatamente alla ricerca della "vera Stefania", quella di un tempo, magra e con tanta voglia di divertirsi, sia nel rapporto di coppia che con gli amici...non riesco piu' a trovarla! I motivi di questo mio stress sono: cambio di citta'; perdita di un genitore (anche se ormai sono trascorsi un po di anni); e infine mancanza di un rapporto affettivo serio, stabile. Spero che tutto questo finisca presto, desidero sapere cosa posso fare, se posso uscirne da sola o se sono arrivata a un punto "di non ritorno" in cui serve un aiuto esterno. Vi ringrazio gia' da ora per la risposta che mi darete. Vi porgo i miei saluti.

Cara stefania, il disturbo che la affligge si chiama bulimia e oggi, purtroppo, è davvero molto diffuso tra le giovani donne, ma forza!, non esiste un punto di non ritorno, la strada per guarire e liberarsi di questo problema è chiedere l'aiuto di uno psicoterapeuta, che la aiuti a capire il vero motivo di sofferenza per poi, insieme, cercare di affrontarlo e risolverlo. Purtroppo è molto difficile fare tutto da soli in questo campo, come quando si ha una malattia organica si chiede aiuto al medico, in questo caso si chiede aiuto a un terapeuta specializzato in disturbi del comportamento alimentare, senza vergogna. Presso gli ospedali esistono molti centri per il trattamento dei Disturbi del Comportamento Alimentare che funzionano in genere molto bene.
Mangiare qualcosa che piace molto è il modo istintivo più diffuso per trovare una gratificazione in un momento difficile, quando però questa naturale forma di consolazione smette di essere occasionale e diventa un'abitudine e poi una schiavitù, allora è il momento di chiedere aiuto. Le faccio i miei migliori auguri!

( risponde la dott.ssa Camilla Ponti )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di anoressia/bulimia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Non so più chi sono... (152760…

BETH, 21     Innanzitutto salve... a chi sta leggendo. ...

Ho paura di non trovare mai il…

Kikhi, 26     Salve... ho paura di non trovare mai il mio posto. ...

Infedeltà (1528369634858)

Lap84, 34     Sono sposata con mio marito da 5 anni, e nell'ultimo periodo è nato in me il dubbio che possa essermi infedele... ...

Area Professionale

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Introduzione al Test del Villa…

Introduzione al Test del Villaggio secondo il Metodo Evolutivo-Elementale (infanzia, adolescenza, età adulta). L’idea che sta alla base del Test del Villaggio è...

Le parole della Psicologia

Agrafia

Il termine Agrafia deriva dal greco a-grapho (non-scrivo), indica la perdita parziale (paragrafia) o totale della capacità di scrivere, che insieme a quella d...

Innamoramento

Nell'uomo, è una pulsione che provoca una varietà di sentimenti e di comportamenti caratterizzati dal forte coinvolgimento emotivo verso un'altra persona, che, ...

Sentimento

Il sentimento è quella risonanza affettiva, meno intensa della passione e più duratura dell’emozione, con cui il soggetto vive i suoi stati soggettivi e gli asp...

News Letters

0
condivisioni