Pubblicità

Disturbi alimentari (003552)

0
condivisioni

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 120 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Sabrina, 27

Il mio problema riguarda il rapporto che ho con l'alimentazione quando sono triste mangio tutto quello che ho sotto mano faccio così per un paio di giorni poi mi rimetto a dieta e dopo un paio di settimane tutto ricomincia da capo, ho anche dei problemi a raggiungere l'orgasmo anzi non ho mai raggiunto l'orgasmo anche se da sette anni ho rapporti completi, ho bisogno di voi vi prego datemi un consiglio cosa devo fare? Non posso sottopormi ad una terapia in quanto economicamente non riuscirei a sostenere la spesa,e non posso andare attraverso la mutua perchè mi vergognerei troppo non riuscirei, sà, sono abbastanza conosciuta nella mia città. Ho sentito parlare di medicinali o fiori di Bach possono essermi utili? Ho bisogno di voi.....

Cara Sabrina, il suo modo di alimentarsi denota una grande incapacità di contenere le sue emozioni, contenerle non significa "trattenerle" dentro di sè, ma riconoscerne la natura, positiva o negativa, e accettare che ci siano, "sentirle" sue e utilizzarle come risorse per crescere interiormente. Invece lei le nega, crea un vuoto dentro di sè e si illude di riempirlo con il cibo, che ha un significato consolatorio. Per quanto riguarda la sfera sessuale avviene qualcosa di simile, lei cerca di controllare le sue sensazioni, perchè "vuole" raggiungere l'orgasmo. Così non otterrà alcun risultato. Deve ascoltare il suo corpo e lasciare che le sue emozioni vengano in superficie. Facendo questo potrà magari sperimentare un nuovo rapporto con se stessa, lasciarsi libera di provare amore, gioia, ma anche rabbia delusione e risentimento, accettando queste sensazioni come sue. Le emozioni e i sentimenti, belli e brutti, rappresentano la nostra ricchezza interiore, e ci rendono persone uniche.
Per il disturbo alimentare io le consiglio caldamente di rivolgersi ad un centro per i DCA presso un ospedale, può scegliere qualunque ospedale, non è necessario che appartenga al bacino d'utenza. Prima accetterà di farsi curare più velocemente ne uscirà, e la sua vita relazionale e sessuale si trasformerà. Forza!

( risponde la dott.ssa Camilla Ponti )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di anoressia/bulimia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Compagno con attacchi di rabbi…

Chiara, 41     Sono Chiara ho 41 anni e sono incinta del mio primo figlio al quinto mese, ho sposato il mio compagno un mese fa, stiamo insieme d...

Bambina 10 anni e morte del no…

ELI, 43     Buongiorno, sono mamma di una bambina di 10 anni molto vivace intelligente e matura e al tempo stesso molto sensibile e ansiosa. ...

Cattivo rapporto con i genitor…

Fatina, 17     Da 4 mesi a questa parte non riesco più a stare bene, sia mentalmente che fisicamente. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Ortoressia

L'ortoressia (dal greco orthos "corretto" e orexis "appetito") è una forma di attenzione abnorme alle regole alimentari, alla scelta del cibo e alle sue caratte...

I gruppi Balint

I gruppi Balint iniziarono verso la fine degli anni ’40 quando fu chiesto a Michael e a Enid Balint di fornire ai medici generici una formazione psichiatrica pe...

Disturbo di conversione

Consiste nella perdita o nell’alterazione del funzionamento fisico, all’origine del quale vi sarebbe un conflitto o un bisogno psicologico I sintomi fisici non...

News Letters

0
condivisioni