Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Disturbi alimentari (079769)

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 89 volte

Daniele, 22 anni

Buonasera. Vengo a chiedervi un consiglio (tanto prezioso quanto sperato) riguardo ad un pericoloso disturbo alimentare della mia ragazza.Il soggetto in questione è di sesso femminile, età 18 anni.Premesso che a conoscenza di questo suo disturbo sono io (e da poco tempo anche la madre, dopo averla convinta a parlargliene).Dura ormai da quasi tre anni..dopo quasi ogni pasto in famiglia, sente la necessità di dover rimettere tutto..e vomita.Dico in famiglia perchè questo accade solo quando è a casa sua; quando è fuori con me, con amici o altro non ha problemi.Quando poi è sotto stress per la scuola, il disturbo si fa molto più acuto.Da piccola mi diceva che era un po' robusta, e sua madre un giorno facendoglielo notare involontariamente deve aver scatenato questa sua violenta reazione.Prima di qualche tempo mi diceva che voleva combattere con tutte le sue forze per uscirne..ultimamente mi dice che c'ha rinunciato..è più forte di lei e prova quasi piacere dicendomi che si sta autodistruggendo.La cosa mi fa arrabbiare non poco..e poi anche lei ci rimane male..Le ho consigliato di chiedere aiuto a uno specialista, ma finora non l'ha ancora fatto. M'ha promesso che appena dopo le vacanze natalizie prenderà un appuntamento.
Vengo dunque a chiedere: Come mi devo comportare? La cosa ultimamante fa più male a me che non a lei.S'è rassegnata..Non so come reagire..che dirle..Mi chiedo se un giorno questa cosa si risolverà in bene..Ansioso e fiducioso in una vostra risposta, porgo i più cordiali saluti e Auguri di Buon Natale, ringraziando anche per il servizio di pubblica.

Quando per lungo tempo si instaurano delle risposte fisiologiche che provocano disturbi nella sfera alimentare, probabilmente legate a problematiche affettive, è necessario ricorrere a uno specialista per ricercare possibili soluzioni. Quindi è giusto il tuo consiglio di chiedere aiuto.
Nel frattempo, che cosa si può fare? Prova ad ascoltarla e comprenderla nelle sue problematiche in modo che si renda più consapevole dei motivi di tensione che la portano ad avere squilibri in campo alimentare.Occorre avere fiducia e speranza, il problema si può risolvere. Il tuo atteggiamento di disponibilità e di apertura al dialogo possono già costituire una buona risposta alla situazione problematica.

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di anoressia/bulimia per saperne di più?
Cercali su Psiconline

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi delle Tecniche di Rilassamento e della Meditazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Bisogno di aiuto (15124250707…

Sarab, 19     Buonasera,ho 19 anni ed ho da poco iniziato l'università. ...

manie e compulsioni (151195457…

Carolina, 50     Buongiorno, mio marito soffre di depressione per cui prende già dei farmaci ma soffre secondo me anche di ossessioni. ...

Aiuto consiglio (1512841413383…

Francesco, 30     Salve. Non questa estate appena passata ma la scorsa sono stato ricoverato in psichiatria con la forza senza il mio consenso. ...

Area Professionale

Sinergie tra avvocato e psicol…

In molte dispute legali il Giudice nomina un perito esperto della materia (CTU - consulente tecnico d'ufficio), delegato dal Tribunale ad esamniare il caso e a ...

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

Le parole della Psicologia

Rimozione

Nella teoria psicoanalitica, la rimozione è il meccanismo involontario, cioè un’operazione psichica con la quale l’individuo respinge nell’inconscio pensieri, i...

Narcisismo

La parola "narcisismo" proviene dal mito greco di Narciso. Secondo il mito Narciso era un bel giovane che rifiutò l'amore della ninfa Eco. Come punizione, fu d...

Violenza domestica

La violenza domestica è il comportamento abusante di uno o entrambi i compagni in una relazione intima di coppia, quali il matrimonio e la coabitazione. Second...

News Letters