Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Disturbi alimentari (147070)

0
condivisioni

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 219 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Fiammetta 20

Gent.mi Dottori, scrivo per chiedere delucidazioni sull'assistenza per le persone con disturbi alimentari. Ormai la dipendenza dal cibo mi sta davvero rovinando la vita. Nell'adolescenza ero sovrappeso, così con la consulenza del medico di famiglia mi sono sottoposta ad una dieta che ha funzionato ma poi ho avuto difficoltà a smettere di dimagrire, sono alta 1,66 ed ero arrivata a pesare 49 kg, contavo le calorie di ogni pasto. Successivamente ho iniziato a fare sport e mangiare normalmente, nessuno si era accorto di nulla ma poco dopo ho manifestato il disturbo opposto: tutte le volte in cui sono nervosa o triste comincio a mangiare senza potermi fermare e ad ogni modo tutta la mia giornata è dominata dall'ossessione del cibo. Se poi mi rendo conto di avere mangiato troppo ma non ho la possibilità di aumentare l'intensità dell'allenamento fisico arrivo ad autoindurmi il vomito e se nemmeno questo è possibile sto molto male, mi sento in colpa, divento ancora più nervosa. Nonostante tutto sono normopeso (53 kg x 1,66 m). Ho pensato più volte a sottopormi a terapia tuttavia essendo studentessa dovrei rivolgermi ai miei perchè me la finanzino, ma non desidero che lo sappiano. E' possibile ottenere un'assistenza gratuita ed anonima? Grazie per l'attenzione, distinti saluti.

Cara Fiammetta, capisco la tua situazione e capisco che non vuoi dirlo ai tuoi, proprio per questo esistono i consultori familiari che aiutano le ragazze ad affrontare i problemi dell'adolescenza e della vita con il supporto di varie figure professionali tra cui anche lo psicologo. Ti suggerisco di chiedere al tuo medico di base, che è tenuto al segreto professionale, di farti conoscere le opportunità al tuo servizio, indirizzandoti alle figure più giuste per il tuo caso. Credo proprio che tu sia una persona molto intelligente e determinata, sai quello che vuoi e sai come potresti ottenerlo, in questa situazione sai che stai male e sai che chiedere aiuto può farti uscire dai problemi che ti affliggono. Hai preso la strada giusta ed ora basta che continui a muovere i passi, vedrai che andrai lontano a testa alta, grazie all'aiuto che hai saputo chiedere!

(Risponde la Dott.ssa Diana Baggieri)

Pubblicato in data 22/11/2010
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di Disturbi alimentari per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Amore Bordeline? (153355779047…

Lory, 52     Ho lasciato il mio compagno da un mese, la nostra relazione avrebbe compiuto due anni a breve. ...

Ragazzo fuori controllo (15335…

Giusy, 19     Buongiorno, sono una ragazza di 19 anni e sono fidanzata da 3 anni con un ragazzo di 22 anni. Nei primi due anni della nostra relaz...

Ritorno di ansia e attacchi di…

Misterok88, 30     Salve! Vi prego di aiutarmi. Ho un problema che pensavo di aver risolto ma da un po' di giorni a questa parte sono di nuovo da...

Area Professionale

Arredare lo studio di uno psic…

Arredare lo studio di uno psicologo è un impegno importante ai fini della futura professione. Una nuova ricerca, infatti, dimostra che le persone giudicano la q...

Il Test del villaggio e l’orga…

Il Test del Villaggio è uno strumento psicodiagnostico che può avere un’ampia rilevanza all’interno del setting clinico tra terapeuta e paziente approfondendone...

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Le parole della Psicologia

Efferenza

Il termine “efferenza” si riferisce alle fibre o vie nervose che conducono in una determinata direzione i potenziali di riposo e di azione provenienti da uno sp...

Musofobia

Il termine musofobia, che deriva del greco μῦς (mys) che significa "topo", è la paura persistente ed ingiustificata per i topi, più in generale per i roditori. ...

Angoscia

« Con il termine angoscia non intendiamo quell'ansietà assai frequente che in fondo fa parte di quel senso di paura che insorge fin troppo facilmente. L'angosci...

News Letters

0
condivisioni