Pubblicità

Disturbi alimentari (14992)

0
condivisioni

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 86 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Marta, 20 anni
Salve a tutti! Mi chiamo Marta, ho vent'anni e un grande problema... o meglio un problema che mi fa stare male veramente. Sono grassa, lo so me ne accorgo... e ci sto male.
A volte invidio addirittura le anoressiche (e questo mi spaventa e mi sconcera)... spesso non mangio per settimane.. poi improvvisamente il mio cervello si sconnette e mangio tutto quello che trovo dicendomi che "tanto cosa conta... non ce la farò mai, sono una schifosa cicciona"...
So di avere un problema.. ma non so come risolverlo... ps. premetto che non posso accontentarmi di rimanere fisicamente così come sono... non sono felice...


Marta, non sei felice perchè sei grassa, o sei grassa perchè non sei felice?
Questo è il grande qui pro quo in cui sprofondano la maggior parte delle persone che hanno problemi legati al cibo e alla propria immagine corporea. Solitamente si pensa di essere infelici per via dell'aspetto fisico, e non si capisce che è esattamente il contrario.
Il nostro corpo riflette, inevitabilmente, la nostra anima. E le persone insicure, che non si piacciono, che si sentono perdenti in partenza (..."tanto cosa conta....non ce la farò mai...") traducono sul piano fisico questa interna sensazione di inadeguatezza, rendendosi così effettivamente inadeguate al mondo.
Insomma, cara Marta, se vuoi venirne a capo inizia a domandarti cosa ci sia nella tua vita, e nella tua vita psicologica, che non va; domandati quali siano le tue paure, quali i tuoi modelli che senti così irraggiungibili, quale la valutazione che hai di te stessa in quanto persona, non solo in quanto corpo. Soprattutto, se ne hai la possibilità, fatti aiutare da qualcuno, rivolgiti ad uno psicoterapeuta, per sondare i tuoi nodi interni e scioglierli.
Puoi comunque iniziare comprandoti qualche libro sull'argomento, ce ne sono tanti nelle librerie.... se non altro possono aiutarti a farti le giuste domande. Cerca di non intraprendere diete drastiche, perchè è solo un'ulteriore modo che hai per boicottarti e dimostrare a te stessa di non valere....infrangendo la dieta inevitabilmente dopo un po'. Molto meglio un regime alimentare sano e costante, e lavoro psicologico. Se avrai il coraggio di fare questo e di non imbrogliarti più, se riuscirai quindi a rispettarti e ad amarti, il fisico farà lo stesso con te e lo sentirai, finalmente, appartenerti e rispecchiarti.


 

 

( risponde la dott.ssa Elisabetta Corberi )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di anoressia/bulimia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Che cos'ho? (1539793185617)

Jules, 26     Sono una persona che se le da fastidio qualcosa si toglie dalla situazione senza rompere troppo le scatole ma se vengo tirata in me...

Ansia, depressione (1539200804…

Marco, 30     Salve, volevo sapere cosa pensa della mia situazione e cosa sia meglio fare. A fine luglio ho fatto una prima donazione di sangue n...

Mi innamoro di persone che non…

Julia, 25     Buongiorno, sono una ragazza che non ha una normale vita sociale di una persona di 25 anni, né un buon rapporto con mio padre. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Tocofobia

Il termine tocofobia deriva dai due termini greci tocòs = parto e fobos (paura, timore). ...

Disturbo Antisociale di Person…

La prevalenza del DAP è pari al 3% nei maschi e all'1% nelle femmine nella popolazione generale, e aumenta al 3-30% in ambiente clinico. Percentuali di preva...

Feticismo

Il feticismo è una fissazione su una parte del corpo o su un oggetto, con un bisogno di utilizzarlo per ricavare delle gratificazioni psicosessuali. ...

News Letters

0
condivisioni