Pubblicità

Disturbi Alimentari (161493)

0
condivisioni

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 196 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Clarissa, 18

 

Gentile Dottore,
sono una ragazza di 18 anni e la contatto anche solo per uno sfogo. Ho un problema con il mio corpo da ormai 2 anni e vivo malissimo.
Ho smesso di mangiare alcuni cibi e a contare ossessivamente le calorie nel 2010. Piano piano questo pensiero è diventato sempre più ossessivo.
Mi alzo e mi addormento pensando al cibo. La mia vita è condizionata da tutto questo e così anche le mie amicizie. Non riesco a stare in mezzo alla gente senza il terrore di essere osservata e di avere tutti gli occhi puntati addosso.
Tutto questo è iniziato quando ho scoperto che una mia amica soffriva di disturbi alimentari, dopo due mesi ho iniziato una dieta e forse ci sono caduta anch'io.
Questa ragazza è stata in una clinica e ne è uscita dicendo di essere "guarita" ma a me sembra più magra di quando ci è entrata. Di fronte agli amici mangia sempre e anche il doppio e non ingrassa, anzi in realtà è sempre più magra. Io non riesco a starle vicino perchè continuo a fare paragoni e a invidiare quel piacere con cui mangia e non ingrassa.
Sono in terapia da un anno ma la mia terapeuta non sembra capire il mio disagio e tende a sottovalutarlo.
Vorrei sapere se questa mia amica in realtà è guarita e se riuscirò anch'io a fare lo stesso.

Cara Clarissa,
in relazione alla guarigione della sua amica non so rispondere, per quanto riguarda l'intervento sui disturbi del comportamento alimentare l'unico intervento sperimentato ed efficace ad oggi è quello cognitivo-comportamentale quindi le chiedo di domandare alla sua terapeuta se è di questo indirizzo e se crede sia necessario inviarla ad uno specialista.
Per ora le consiglio di leggere il mio articolo sui trattamenti psicologici dei disturbi del comportamento alimentare https://mirkodaipra.altervista.org/alterpages/files/ArticoloAlimentazione.pdf.
Saluti, Mirko Dai Prà

 

(Risponde il Dott.Dai Prà Mirko)

Pubblicato in data 22/05/2013

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Compagno con attacchi di rabbi…

Chiara, 41     Sono Chiara ho 41 anni e sono incinta del mio primo figlio al quinto mese, ho sposato il mio compagno un mese fa, stiamo insieme d...

Bambina 10 anni e morte del no…

ELI, 43     Buongiorno, sono mamma di una bambina di 10 anni molto vivace intelligente e matura e al tempo stesso molto sensibile e ansiosa. ...

Cattivo rapporto con i genitor…

Fatina, 17     Da 4 mesi a questa parte non riesco più a stare bene, sia mentalmente che fisicamente. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Fissazione

Il termine fissazione può avere significati diversi: Rinforzo di una tendenza o reazione, che porta alla nascita di un ricordo o di una abitudine motoria. F...

Empatia

Il termine empatia si riferisce alla capacità di una persona di partecipare ai sentimenti di un'altra, nel “mettersi nei panni dell’altro”, entrando in sintonia...

Nevrastenia

Termine introdotto dal medico statunitense Beard, nel 1884, per designare un quadro clinico, caratterizzato da stanchezza fisica e mentale, irritabilità, insonn...

News Letters

0
condivisioni