Pubblicità

Disturbi alimentari (166214)

0
condivisioni

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 412 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Giulia, 18 (166214)

La mia Storia: Salve, ho 18 anni da moltissimi anni il rapporto con la mia famiglia non è dei migliori, anzi. Dall'anno scorso iniziò l'inferno era agosto quando iniziai una "dieta" non mangiavo quasi niente e mi calcolavo tutte le kcal così fino ad ottobre avevo perso 8 kg questo continuó fino a dicembre. A gennaio iniziarono le abbuffate iniziavo a mangiare di tutto in pochissimo tempo, nascondendomi e sentendomi malissimo così iniziarono le abbuffate seguite al vomito autoindotto. Mi ritrovo ora dopo quasi 7 mesi che questo avviene quasi costantemente ogni giorno a volte anche per più volte poi capitano giorni che riesco a controllarmi quindi per 2 o 3 giorni riesco anche ad evitare questo rito…per poi ritrovarmi sempre allo stesso punto…non so che fare.

 

Pubblicità


consulenza psicologica

Vuoi richiedere una consulenza gratuita online ai nostri Esperti?
Clicca qui e segui le istruzioni. Ti risponderemo al piu' presto!

 

Pubblicità

 

Gentile Giulia, il tuo disturbo dell’alimentazione può essere dovuto molto probabilmente a disagi di origine familiare. Di solito chi manifesta questo genere di disturbo, oltre a fattori predisponenti come i fattori genetici, psicologici, ambientali, ci sono anche i fattori scatenanti tra i quali conflitti familiari, eventi traumatici ecc.. Chi soffre di un disturbo alimentare, utilizza il proprio corpo e il cibo per comunicare un malessere interiore (ricerca di affetto, attenzioni, o manifestazioni di rabbia o sensi di colpa) il quale viene inizialmente sottovalutato e sminuito dalla famiglia e magari definito come un capriccio adolescenziale. Ti consiglio vivamente di non sottovalutare il problema e di fare un percorso psicoterapeutico sia individuale che familiare.

(Risponde la Dott.ssa Ilaria Palumbo)

 

Pubblicato in data 09/07/2015

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Compagno con attacchi di rabbi…

Chiara, 41     Sono Chiara ho 41 anni e sono incinta del mio primo figlio al quinto mese, ho sposato il mio compagno un mese fa, stiamo insieme d...

Bambina 10 anni e morte del no…

ELI, 43     Buongiorno, sono mamma di una bambina di 10 anni molto vivace intelligente e matura e al tempo stesso molto sensibile e ansiosa. ...

Cattivo rapporto con i genitor…

Fatina, 17     Da 4 mesi a questa parte non riesco più a stare bene, sia mentalmente che fisicamente. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Narcisismo

La parola "narcisismo" proviene dal mito greco di Narciso. Secondo il mito Narciso era un bel giovane che rifiutò l'amore della ninfa Eco. Come punizione, fu d...

Fobia

La fobia è una eccessiva e marcata paura di oggetti o situazioni, che comporta una elevata attivazione psicofisiologica (arousal) con conseguente aumento del &n...

Disturbo di conversione

Consiste nella perdita o nell’alterazione del funzionamento fisico, all’origine del quale vi sarebbe un conflitto o un bisogno psicologico I sintomi fisici non...

News Letters

0
condivisioni