Pubblicità

Disturbi alimentari e depressione (100220)

0
condivisioni

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 92 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Alma 33

Salve, da tanti anni soffro di disturbi alimentari, piu esattamente di BED. Ho provato gia diverse psicoterapie ma con scarsi risultati. Da due anni e mezzo vivo a londra e mi accorgo che piu passa il tempo e più mi sento depressa. Quindi alla fine quello che era il mio problema principale, il cibo e il non riuscire a seguire una dieta, sta passando quasi in secondo piano perchè mi sento sempre piu spesso depressa. Circa 5 anni fa il medico mi aveva prescritto la Fluoxetina ma asociato con altri farmaci (fendimetrazina, x dimagrire) non ho avuto grandi risultati. Quello che vorrei sapere e' se mi consigliate di fare una visita da uno psichiatra o neurologo, x via della depressione o di ricominciare una terapia. Scusate il discorso prolisso, ma ho davvero tanta confusione in testa. Grazie di cuore. Complimenti per il vostro lavoro. Grazie per l'aiuto.

Cara alma, consiglio vivamente di intraprendere una psicoterapia e possibilmente non una breve o mirata, ma una psicoterapia che vada nel profondo. I disturbi alimentari spesso sono l'esperessione superficiale di tematiche di tipo depressivo: è bene che cerchi di entrare in contatto con le sue parti più profonde, perchè se lì sono i nodi, lì si trovano anche le soluzioni. I farmaci solo se pensa di non riuscire ad andare avanti senza.....altrimenti, molto meglio cercare di risolvere il problema alla base.

(risponde la dott.ssa Elisabetta Corberi)

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di anoressia/bulimia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Che cos'ho? (1539793185617)

Jules, 26     Sono una persona che se le da fastidio qualcosa si toglie dalla situazione senza rompere troppo le scatole ma se vengo tirata in me...

Ansia, depressione (1539200804…

Marco, 30     Salve, volevo sapere cosa pensa della mia situazione e cosa sia meglio fare. A fine luglio ho fatto una prima donazione di sangue n...

Mi innamoro di persone che non…

Julia, 25     Buongiorno, sono una ragazza che non ha una normale vita sociale di una persona di 25 anni, né un buon rapporto con mio padre. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Alcolismo

L'alcolismo si contraddistingue per l'incapacità di rinunciare ad assumere bevande alcoliche e ad autocontrollarne la quantità anche quando ciò si traduce in si...

Fobie

Nel DSM-IV la fobia specifica è definita come la "paura marcata e persistente, eccessiva o irragionevole, provocata dalla presenza o dall'attesa di un oggetto o...

Bulimia

La bulimia è, insieme all’anoressia, uno dei più importanti disturbi del comportamento alimentare. L’etimologia della parola “bulimia” deriva dai termini grec...

News Letters

0
condivisioni