Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Disturbi dell' alimentazione (888888)

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 75 volte

Monica, 31 anni

Impiegata amministrativa. Ho sempre avuto problemi di metabolismo da quando ero bambina (fatto analisi, ma nessun problema alla tiroide). Per questo sono arrivata a pesare anche 80 kg (sono alta 1,60). Intorno ai 18 anni mi sono sottoposta ad un digiuno che mi ha fatto perdere circa 20 kg nel giro di un mese.
Per fortuna non sono caduta nell'anoressia, ma da allora non vivo piu'! Sono eternamente a dieta rigidissima, circa 700-800 calorie al giorno...e questo mi fa non vivere perche' devo rinunciare alla vita sociale quasi completamente. Le uscite con gli amici sono sempre sporadiche perche' uscire vuol dire bere e mangiare... ed io non posso. Ma non posso realmente perche' i chili vanno su con infnita facilita'.
Non so cosa fare, vivere cosi' e' un incubo, sono sempre sotto controllo, sono costantemente severa con me stessa. Come fare a risolvere il problema?

Cara Monica, lei non spiega, però, di quale tipo di disturbo metabolico soffre, escludendo l'ipotiroidismo. Per gli elementi che mi da capisco che sono tredici anni che vive con 700/800 calorie al giorno, non ho alcun elemento, però, per valutare se la sua alimentazione sia equilibrata o meno, ad esempio, qual'è il suo peso attuale? Ha un regolare ciclo mestruale? Distribuisce le calorie tra carboidrati proteine e grassi, lungo l'arco della giornata, in modo da non sentirsi affaticata? Il suo metabolismo si sarà ormai adattato a questo regime alimentare, sarà abituato a bruciare quel quantitativo di calorie che lei gli fornisce da così tanto tempo. E' possibile che le siano sufficienti.
Discutendo del suo problema con un dietologo potrebbe trovare dei modi per avere anche una vita sociale, scegliendo, quando esce a cena, dei cibi giusti per lei. Meno energia immettiamo, meno energia a lungo andare verrà utilizzata dal metabolismo, che tenderà a lavorare "al risparmio". Il metabolismo va tenuto allenato con una dieta corretta, che ne contrasti il fisiologico rallentamento (dopo i cinquant'anni). Il parere di un medico dietologo potrà esserle molto utile. In bocca al lupo!

( risponde la dott.ssa Camilla Ponti )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di anoressia/bulimia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Bisogno di aiuto (15124250707…

Sarab, 19     Buonasera,ho 19 anni ed ho da poco iniziato l'università. ...

manie e compulsioni (151195457…

Carolina, 50     Buongiorno, mio marito soffre di depressione per cui prende già dei farmaci ma soffre secondo me anche di ossessioni. ...

Aiuto consiglio (1512841413383…

Francesco, 30     Salve. Non questa estate appena passata ma la scorsa sono stato ricoverato in psichiatria con la forza senza il mio consenso. ...

Area Professionale

Sinergie tra avvocato e psicol…

In molte dispute legali il Giudice nomina un perito esperto della materia (CTU - consulente tecnico d'ufficio), delegato dal Tribunale ad esamniare il caso e a ...

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

Le parole della Psicologia

Psicosi

Il termine Psicosi è stato introdotto nel 1845 da von Feuchtersleben con il significato di "malattia mentale o follia". Esso è un disturbo psichiatrico e descr...

Istinto

Il termine istinto, come indica l'etimologia stessa (il termine latino “instinctus”, deriva da instinguere, incitare), è usato nel linguaggio ordinario per indi...

Il Problem Solving

Il termine inglese problem solving indica il processo cognitivo messo in atto per analizzare la situazione problemica ed escogitare una soluzione. E’ un'attivit...

News Letters