Pubblicità

Disturbo alimentare ( 017286)

0
condivisioni

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 78 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Cinzia, 32 anni

Salve Dottore, sono Cinzia, sono sposata da 10 anni e ho due splendidi maschietti di 8 e 10 anni. Ho un problema che mi segue sin dall'infanzia, nella quale mi sono accadute cose che ad una bambina non dovrebbero mai accadere e che hanno determinato in me molta insicurezza. Chiedo scusa se non spiego ciò che mi è successo, lo farò in seguito magari.
Ora che ho 32 anni e due bimbi inizio a rendermi conto che non ho superato il mio problema nonostante alcune sedute di psicoterapia. In breve io mangio in maniera tranquilla solo se sono a casa "al sicuro", quando decidiamo o di fare una pizza fuori, o ricevo un invito a pranzo, o devo partire inizia in me la tormenta... e mi assilla il pensiero di dover mangiare fuori, la paura di vomitare o di avere mal di pancia...ed è panico!
Vorrei sapere se anche questo fa parte dei disturbi alimentari se c'è una cura e se posso spera di diventere più tranquilla in futuro. Vi saluto Cordialmente.

Cara Cinzia, non spieghi le cose che ti hanno creato insicurezza da bambina, ma credo che, per quello che racconti, si possa ipotizzare un disagio psicologico ed emotivo che esprimi attraverso il tuo rapporto con il cibo.
La cura è di sicuro seguire una psicoterapia o individualmente o in gruppo presso un centro per i disturbi alimentari. Parli di alcune sedute che non penso siano sufficienti per superare il problema. Dunque il mio consiglio è di continuare o di riprendere la psicoterapia se hai interrotto in modo che tu possa elaborare e superare il passato e sentirti serena

( risponde la dott.ssa Raffaella Luciani )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di anoressia / bulimia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Senso di colpa di per aver det…

Delia, 36     Mio figlio di tre anni e mezzo, sta avendo difficoltà ad ambientarsi alla scuola materna. ...

Come non riesco a vivere (1541…

Giulietta, 21     Salve.. Mi chiamo Giulia, ho 21 anni e penso di avere dei seri problemi con l'ansia e le relazioni. ...

Compagno con attacchi di rabbi…

Chiara, 41     Sono Chiara ho 41 anni e sono incinta del mio primo figlio al quinto mese, ho sposato il mio compagno un mese fa, stiamo insieme d...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Rimozione

Nella teoria psicoanalitica, la rimozione è il meccanismo involontario, cioè un’operazione psichica con la quale l’individuo respinge nell’inconscio pensieri, i...

Il Cyber-Sex

La Cyber-Sex Addiction: pornografia, sesso in rete e dipendenza. Il termine Cyber-Sex, dall’inglese “sesso (Sex) cibernetico (Cybernetic), si riferisce all’att...

Depressione post-partum (depre…

La depressione post-partum è un disturbo dell’umore che ha inizio entro le prime quattro settimane successive al parto. Se nella maggior parte dei casi la gest...

News Letters

0
condivisioni