Pubblicità

Disturbo alimentare ( 017286)

0
condivisioni

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 103 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Cinzia, 32 anni

Salve Dottore, sono Cinzia, sono sposata da 10 anni e ho due splendidi maschietti di 8 e 10 anni. Ho un problema che mi segue sin dall'infanzia, nella quale mi sono accadute cose che ad una bambina non dovrebbero mai accadere e che hanno determinato in me molta insicurezza. Chiedo scusa se non spiego ciò che mi è successo, lo farò in seguito magari.
Ora che ho 32 anni e due bimbi inizio a rendermi conto che non ho superato il mio problema nonostante alcune sedute di psicoterapia. In breve io mangio in maniera tranquilla solo se sono a casa "al sicuro", quando decidiamo o di fare una pizza fuori, o ricevo un invito a pranzo, o devo partire inizia in me la tormenta... e mi assilla il pensiero di dover mangiare fuori, la paura di vomitare o di avere mal di pancia...ed è panico!
Vorrei sapere se anche questo fa parte dei disturbi alimentari se c'è una cura e se posso spera di diventere più tranquilla in futuro. Vi saluto Cordialmente.

Cara Cinzia, non spieghi le cose che ti hanno creato insicurezza da bambina, ma credo che, per quello che racconti, si possa ipotizzare un disagio psicologico ed emotivo che esprimi attraverso il tuo rapporto con il cibo.
La cura è di sicuro seguire una psicoterapia o individualmente o in gruppo presso un centro per i disturbi alimentari. Parli di alcune sedute che non penso siano sufficienti per superare il problema. Dunque il mio consiglio è di continuare o di riprendere la psicoterapia se hai interrotto in modo che tu possa elaborare e superare il passato e sentirti serena

( risponde la dott.ssa Raffaella Luciani )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di anoressia / bulimia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Difficoltà nello studio per un…

Annesin, 75 Gentili Signori,ho bisogno di un consiglio, perché vorrei dare una mano a una persona a me cara per un problema piccolo, ma che la inquieta per g...

Depressione (1557401609185)

Victoria, 22 Mi sveglio già stanca, da troppo tempo ormai, quasi da sempre. Mio padre è tornato a casa ieri sera, ha iniziato a sistemare la spesa in cucina ...

Ipocondria (1556980274713)

 Kiki, 30 Salve,Avrei bisogno di un consulto riguardo una persona a me molto vicina e molto cara, la quale soffre di ipocondria. Fortunatamente non ha...

Area Professionale

Articolo 17 - il Codice Deonto…

Anche questa settimana proseguiamo su Psiconline.it, con l'art.17 (segreto professionale e tutela della Privacy), il lavoro di analisi e commento, a cura d...

Articolo 16 - il Codice Deonto…

Su Psiconline.it proseguiamo, con il commento all'art.16 (comunicazioni scientifiche e anonimato), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini ch...

Articolo 15 - il Codice Deonto…

proseguiamo su Psiconline.it, con il commento all'art.15 (Collaborazioni con altri professionisti), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini c...

Le parole della Psicologia

Androfobia

L’androfobia rientra nella grande categoria delle fobie e viene definita come paura degli uomini. Nelle femmine questa paura tende a determinare un’avversione p...

Catatonia

La prima descrizione della catatonia risale al 1874, quando lo psichiatra tedesco Karl Kahlbaum, nella sua monografia dal titolo Die Katatonie oder das Spannung...

Spasmi affettivi

Gli spasmi affettivi sono manifestazioni caratterizzate dalla perdita temporanea di respiro conseguente ad una situazione di disagio o di rabbia del bambino. Q...

News Letters

0
condivisioni