Pubblicità

Fame notturna (144738)

0
condivisioni

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 215 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Maria 28

Buonasera, prima di addormentarmi ho la solita preoccupazione, mi sveglio di notte e mangio di tutto. Sia salato che dolce, e questo piu volte durante la notte e ogni volta mi riaddormento tranquillamente, questo capita ogni notte sia che abbia mangiato a cena poco, tanto o normalemente. Vorrei tanto risolvere questo problema che mi crea tanta angoscia e oltre tutto, mi fa prendere peso, ora che non dovrei perderne, piu cerco di fare attenzione nel controllarmi e più mangio. Per favore, mi dia un consiglio, ho bisogno di risolvere questo problema, intorno a me chi ci scherza o chi mi dice che è solo questione di volontà ed io mi sento peggio quando mi viene detto cosi.
La ringrazio in anticipo.

Cara Maria, il suo disturbo ha un nome, si chiama binge-eating, non è una questione di volontà, e chi scherza dovrebbe pensare a guardare se stesso! Più cerca di tenere il controllo, duarante il giorno, più lo perderà la sera. Funziona così. Quindi, i pasti vanno regolati bene durante il giorno e devono includere tutte le tentazioni e i cibi "priobiti" che lei inevitabilmente assumerà di notte, perchè ricordi, più se li vieta più li desidera. Invece, se li comprende nella giornata, non avranno più quel fascino del proibito. Capisce?ì Non è facile curarsi da soli, anzi nel caso del BED (binge eating disorder) le consiglierei vivamente una terapia cognitivo comportamentale. Un abbraccio

(Risponde la Dott.ssa Camilla Ponti)

Pubblicato in data 21/06/2010
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di Anoressia/Bulimia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Come non riesco a vivere (1541…

Giulietta, 21     Salve.. Mi chiamo Giulia, ho 21 anni e penso di avere dei seri problemi con l'ansia e le relazioni. ...

Compagno con attacchi di rabbi…

Chiara, 41     Sono Chiara ho 41 anni e sono incinta del mio primo figlio al quinto mese, ho sposato il mio compagno un mese fa, stiamo insieme d...

Bambina 10 anni e morte del no…

ELI, 43     Buongiorno, sono mamma di una bambina di 10 anni molto vivace intelligente e matura e al tempo stesso molto sensibile e ansiosa. ...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Zoosadismo

E’ un disturbo psichiatrico che porta l'individuo a provare piacere nell'osservare o nell'infliggere sofferenze o morte ad un animale Lo zoosadismo, termine in...

Disturbo Istrionico di Persona…

Disturbo di personalità caratterizzato da intensa emotività e costanti tentativi di ottenere attenzione, approvazione e sostegno altrui, attraverso comportament...

Mobbing

Il termine mobbing deriva dall’inglese “to mob” e significa assalire, soffocare, malmenare. Questo termine fu utilizzato per la prima volta in etologia da Konra...

News Letters

0
condivisioni