Pubblicità

Il mio vuoto (010031)

0
condivisioni

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 99 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Valeria,17 anni

Ho ricevuto molte delusioni nella mia giovane esistenza,una dopo l'altra senza tregua,ho sempre incontrato persone opportuniste,credo che persone mature con dei sani principi e valori non esistano,credo che tutte le persona siano accecate dalla superficialità e dall'egoismo,sembra quasi che l'unica cosa importante sia l'apparenza sempre e comunque.
Io purtroppo o per fortuna sono cresciuta molto in fretta questo mi aiuta per il fatto che riescco a reagire agli eventi negativi che mi accadono abbastanza bene,ho un carattere chiuso,nel senso che se ho un problema in genere non ne parlo con nessuno e lo risolvo da me,mando giù tutto,senza rumore. Però ora mi sento morire dentro, mi sento impotente di fronte a tutto,vedo la mia vita scorrere,e non riesco a fare niente per migliorarla,cambiarla o quanto meno per viverla e questo mi porta ad un senso di ineguatezza cronico,quasi morboso,non sono mai serena,penso di non aver mai detto:"sono felice " e credo che questo sia terribile .C'è anche da dire che purtroppo io non riespecchio il canone di anoressia-culturale che i media si ostinano a proporre,e anche questo mi fa star male,è come se fosse una sorta di circolo vizioso,mangio in continuazione per fame nervosa duvuta (credo)a carenze di affetto,questo mi porta ad ingrassare,e a star male,perchè non sono ancora riuscita a trovare una persona che mi apprezzi per quello che sono,che riesca a colmare questo vuoto eterno che mi sento dentro e,che cerco di riempire in ogni modo (alccol,fumo,cibo...) invano!Sono disperata, è da un pò di giorni che mi interrogo su cos'abbia di sbagliato la mia persona,non credo che l'essere in sovrappeso sia una colpa!!Credo seriamente di aver bisogno di una mano,per superare questo momento,io non riesco più ad andare avanti così!E per proteggermi per non espormi risulto alle persone che non conosco chiusa un pò cattiva, ho sentito persino dire che incuto timore perchè sono inraggiungibile...io non ci capisco più niente,la mia vita mi sembra un casino infernale...la mia è una semplice richiesta di aiuto,e spero vivamente che venga accolta!Intanto grazie per l'ascolto.

Cara Valeria, credo che emerga dalla tua lettera una domanda di aiuto per un problema che tu tenti di ridefinire diversamente da ciò che è: un disturbo del comportamento alimentare che poi va ad opprimere tutti gli altri aspetti della tua vita.
Dunque, senza stare a ripeterti cose che probabilmente sai già, tipo che non è vero che il mondo è fatto SOLO di persone egoiste, opportuniste, superficiali e prive di principi e valori (quantomeno ce ne sono davvero molte che non sono così), il vuoto eterno di cui parli è quello stesso che riempi con il cibo. Bisogna cercare il modo di riempirlo di altro. hai perfettamente ragione quando dici di aver bisogno di una mano per fare questo, e la mano te la può dare un centro per la terapia dei disturbi alimentari. Ho risposto a molte lettere descrivendo il funzionamento di questi centri, in ogni città ce ne sono diversi, presso i maggiori ospedali pubblici, quindi accessibili a tutti. Ti consiglierei vivamente di prendere un appuntamento telefonando direttamente al reparto di dietologia e chiedendo se è presente un servizio di questo tipo. Se hai difficoltà a trovarne uno puoi scrivermi di nuovo. Un bacio

( risponde la dott.ssa Camilla Ponti )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di anoressia / bulimia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Senso di colpa di per aver det…

Delia, 36     Mio figlio di tre anni e mezzo, sta avendo difficoltà ad ambientarsi alla scuola materna. ...

Come non riesco a vivere (1541…

Giulietta, 21     Salve.. Mi chiamo Giulia, ho 21 anni e penso di avere dei seri problemi con l'ansia e le relazioni. ...

Compagno con attacchi di rabbi…

Chiara, 41     Sono Chiara ho 41 anni e sono incinta del mio primo figlio al quinto mese, ho sposato il mio compagno un mese fa, stiamo insieme d...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Solipsismo

Il solipsismo (dal latino "solus", solo ed "ipse", stesso, quindi "solo se stesso") è un attaccamento patologico al proprio corpo di tipo autistico o narcisisti...

Anedonia

Il termine anedonia venne coniato da Ribot nel 1897  e descrive l’assoluta incapacità nel provare piacere, anche in presenza di attività normalmente piacev...

La proiezione

La proiezione è un meccanismo di difesa arcaico e primitivo che consiste nello spostare sentimenti o caratteristiche proprie, o parti del Sè, su altri oggetti o...

News Letters

0
condivisioni