Pubblicità

La mia vita da bugiarda(014937)

0
condivisioni

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 94 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Elisa, 24 anni
Sono una ragazza di 24 anni, piena di paure. Chi mi conosce pensa che io sia in gamba, mi dipingono bella, intelligente, sempre piena di iniziative. Mi sono costruita un alter ego fin da bambina. In realtà sono indecisa, fragile e malata. Sono bulimica, da non so più quanti anni, non se ne accorge nessuno, o meglio, pensano che io sia golosa. Ho iniziato a prendere lassativi e pillole per dimagrire circa 10anni fa, con il risultato di rovinarmi la salute. Oggi soffro di intestino irritabile, alterno grandi abbuffate a periodi di dieta ferrea, dovute al mio stare davvero malissimo. Due anni fa mi sono iscritta alla facoltà di psicologia, per capirmi meglio, ma non so se è la strada migliore. Infine, per non farmi mancare niente, ho una relazione solo telefonica con un uomo sposato di 40 anni, a cui ho detto centinaia di bugie sul mio aspetto fisico e sulla mia vita. Ci amiamo, ma so benissimo che non è così che deve essere l'amore. Il problema è che non riesco a fare a meno di lui, e certo non mi aiuta il fatto di essere così importante per lui (il suo matrimonio è in crisi). Se mi guardo da fuori so benissimo quali sono i miei sbagli, dovrei stimarmi di più e decidere di vivere una vita vera, invece di fare l'attrice. Non so perché ho paura. anche di cambiare lavoro, di trovare l'amore vero (sono vergine e non ho mai baciato nessuno). Se mi guardo allo specchio vedo una donna che mi fa pena e che non vorrei nel mio corpo. Ma c'è , la parte peggiore di me.


Cara Elisa,l'essere umano è fatto di tante sfaccettature, non credere mai che esistano al mondo persone vere, trasparenti con personalità definite al cento per cento.L'uomo è un essere complesso semplicemente perchè così è più adatto a sopravvivere.Le varie personalità che convivono in un individuo sono come dei programmi pronti ad aiutarci al momento opportuno.Anche fingere fa parte del nostro DNA, persino l'inganno.La duttilità, quindi, è la risposta vincente, quando il nostro futuro è pieno di incertezze.Detto questo, però, se manca l'autostima ( ovvero amor proprio), queste personalità entrano in conflitto dando parecchi problemi.Nel caso tuo il problema è profondo, probabilmente dovuto a carenze affettive o di stima da parte dei genitori. Catene che si trasmettono di generazione in generazione.Qui sono in gioco le tue competenze nello stabilire delle relazioni vere e significative. E' il tuo nucleo più profondo, che deve provare a sciogliersi.Con tutta sincerità questo lo può fare solo uno psicoterapeuta, con una terapia di una certa durata.Ti saluto cordialmente

 

( risponde il dott.re Vincenzo Di Marco )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di anoressia/bulimia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ansia ingestibile (15442947529…

Sofia, 17     E' da un anno che la mia vita non é più come era prima. a causa del tanto stress provocato probabilmente dalla scuola e dalla famig...

Disturbo alimentare (154418616…

Isa21,  20     Carissimo psiconline, saró breve e cercheró di spiegare come mi sento in maniera piú chiara possibile.Vivo all'estero per st...

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Schizofasia

Profonda disgregazione del linguaggio che è sostituito da un’accozzaglia di parole o insalata di parole prive di un qualsiasi significato. Questo disturbo ling...

Bossing

Il bossing o job-bossing è definibile come una forma di mobbing "dall'alto" ossia attuato non da colleghi di lavoro (o compagni di scuola, di squadra s...

Transfert

Trasferimento sulla persona dell'analista delle rappresentazioni inconsce proprie del paziente Il termine transfert dal latino “transfĕrre” - &lsqu...

News Letters

0
condivisioni