Pubblicità

paura di ingrassare (47969)

0
condivisioni

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 197 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Nicola, 18anni (3.2.2002)

Gentile Dottore, ho da poco compiuto i 18 anni, e dalla scorsa estate ho una fobia, certamente molto frequente negli adolescenti: la paura di diventare grasso.Le premetto che grasso non lo sono mai stato, ma un po' sovrappeso (circa 5 o 6 kg) lo ero fino allo scorso inverno. Ho iniziato, come dicevo, dall'estate a stare attento al cibo, e poi sono andato dal dietologo, che mi ha detto che non avevo affatto bisogno di dimagrire, così mi prescrisse una dieta di mantenimento. Non ho mai rispettato la sua dieta con precisione, quindi, anche sotto il suo controllo, ho perso altri 4 kg.Ora sono alto 173 cm. e peso 63,5 kg, sono sottopeso di circa 7 o 8 kg, ma la mia paura di tornare sovrappeso resta grande: se infatti la bilancia di casa dice che ho preso mezzo kg, il giorno dopo lo smaltisco subito con un'attività fisica, e anche quando faccio delle piccole "abbuffate", dopo poche ore sento il rimorso di aver mangiato troppo.Gli amici, i miei genitori, persino i miei insegnanti mi dicono che sono troppo magro e che così sto male, ma io non riesco a farci nulla.Vorrei condurre una vita alimentare normale, senza preoccupazioni che, all'età di 18 anni non dovrei avere di certo.
Vi ringrazio in anticipo.
Nicola '84

Non ho dati sufficienti per dirle se trattasi di un vero e proprio disturbo del comportamento alimentare ma, per valutare meglio la situazione , le consiglio un colloquio con uno psicologo con il quale concordare eventualmente, se necessario, un intervento psicoterapico vero e proprio.I disturbi del comportamento alimentare sono delle condizioni che possono alterare in modo significativo la qualità della vita. E' bene, dunque, non perdere tempo e verificare se è il caso di intervenire.

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Mia moglie mi ha lasciato (153…

Emyls, 41     Salve, vi scrivo a seguito di questo tragico evento che sta per cambiare la vita della mia famiglia, mia dei miei figli. ...

Il mio ragazzo mi ha allontana…

Sara, 24     Salve Gentili Dottori, ho conosciuto pochi mesi fa un ragazzo e ci siamo messi insieme, per i primi due mesi è stato dolce, comprens...

Rapporto con la figlia (153578…

Gabriella, 62     Salve, avrei bisogno di un vostro parere riguardo il rapporto con mia figlia. Lei ha 36 anni è sposata felicemente senza figli ...

Area Professionale

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Arroccamento e rabbia di un ad…

Un caso clinico di un adolescente "arrabbiato", studiato attraverso il Test del Villaggio e illustrato dal Dottor Luca Bosco Oscar ha 14 anni e ha perso il pap...

Le parole della Psicologia

Pedofilia

  Con il termine pedofilia si intende un disturbo della sessualità di tipo parafilico, caratterizzato da intensi e ricorrenti impulsi o fantasie sessuali ...

Eisoptrofobia

L'eisoptrofobia o spettrofobia (da non confondere con la paura degli spettri, phasmofobia) è la paura persistente, irrazionale e ingiustificata degli specchi, o...

Facies

Il termine latino Facies si riferisce all’espressività ed alla mimica facciali, nonché alla mobilità dei muscoli pellicciai. In semeiotica medica, il termine s...

News Letters

0
condivisioni