Pubblicità

Problemi a mangiare con altri (000003)

0
condivisioni

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 200 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Maria, 30 anni

Ho ed ho sempre avuto dei problemi a mangiare in compagnia di altre persone... non credo siano problemi di origine alimentare poichè da sola o con chi conosco bene mangio tranquillamente, mentre quando mi trovo in compagnia di persone sconosciute o che conosco da poco il problema si presenta.
A volte mi invento allergie alimentari per evitare di mangiare certi alimenti (anche se mi piacciono) e termino la cena o il pranzo in modo veloce o mi rifiuto proprio di mangiare. Sono una persona timida e diffidente, con vari problemi dovuti ad un'nfanzia difficile e mi relaziono difficilmente... grazie in anticipo

Cara Maria, in effetti il suo non sembra essere un disturbo alimentare, bensì una problematica legata alle sue insicurezze, ovvero a quella che lei definisce timidezza e difficoltà nelle relazioni con gli altri. Spesso questo tipo di problema è legato ad una paura a far vedere qualcosa di sé, e questo qualcosa generalmente ha a che fare con la propria natura, con i sentimenti, le emozioni o gli istinti…..Insomma, qualche volta l’atto dell’immettere cibo, che è un atto del tutto naturale, istintuale appunto, legato alla sopravvivenza, può essere vissuto con una certa vergogna, quasi svelasse di noi dei bisogni, dei desideri inconfessabili, anche una famelicità (o desiderio estremo) di cui ci si vergogna.
Il parallelo con la sessualità è spesso presente. Insomma, cara Maria, devono esserci degli aspetti di se stessa che lei si sta negando, che tende a nascondere a se stessa prima che alle altre persone. Delle paure e dei desideri che non vuole far emergere. Per capire di cosa si tratti esattamente, dovrebbe rivolgersi ad una psicoterapia; cosa che la aiuterebbe ovviamente non solo a risolvere questa problematica legata al mangiare in pubblico, ma anche e soprattutto il suo problema relazionale e i suoi conflitti interni. Francamente penso che valga la pena provare.

 

( risponde la dott.ssa Elisabetta Corberi )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di anoressia/bulimia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Il linguaggio

L’uomo comunica sia verbalmente che attraverso il non verbale. Il processo del linguaggio ha suscitato da sempre l’interesse degli studiosi essendo essa una car...

Voyeurismo

Il Voyeurismo (dal francese  voyeur che indica chi guarda, “guardone”)  è un disordine della preferenza sessuale. I voyeur sono quasi sempre uomini c...

Schizofasia

Profonda disgregazione del linguaggio che è sostituito da un’accozzaglia di parole o insalata di parole prive di un qualsiasi significato. Questo disturbo ling...

News Letters

0
condivisioni