Pubblicità

Problemi con il cibo ( 163315 )

0
condivisioni

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 240 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Lisa, 17

 

Gentile Dottore,
Dopo essere stata lasciata, quasi un anno fa, ho iniziato a non mangiare sono passata in un mese da 60 a 55 kili. Tornata dalle vacanze ho cominciato a mangiare a dismisura, fino ad arrivare (Dicembre) a 66 kili. Mia madre ha deciso di portarmi da una dietologa, ma il mio problema è di altro tipo. Tutti i giorni appena escono i miei comincio a mangiare a dismisura, qualsiasi cosa mi capiti sottocchio! (Una volta sono riuscita a mangiare a cucchiate la farina) Altre volte invece dopo questi 'attacchi', ho provato a vomitare eo prendere lassativi. Ne ho parlato a mia madre che ovviamente si era gia accorta del disagio, speravo mi dicesse di andare da uno psicologo ed invece ho ottenuto tutto il contrario. Sembra che questa cosa che mi succede sia una delle tante scene da adolescenziale ma ormai sono mesi che vado. Intanto rimango bloccata in un corpo che non mi appartiene, grasso e brutto. Sembra una spirale infinita, non c'è la faccio piu.

Cara Lisa,
sai spesso la tendenza a sminuire i disagi di cui mi parli è sostenuta dalla credenza erronea "se non si da attenzione passeranno". Quello che posso dirti è che qualunque cosa sia, anche se parliamo di un problema adolescenziale, come dicono i tuoi, si riflette in comportamenti che creano danni alla salute. Per questo è importante tenerli sotto controllo (oscillare 11 Kg 55-66 in poco tempo non è uno scherzo). Quindi ti consiglio di parlarne di novo con i tuoi genitori sottolineando soprattutto la dimensione fisica ovvero i cambiamenti ponderali e il fatto che la consulenza dietologica non ha prodotto risulati apprezzabili. Inoltre avere una consulenza psicologica non significa aumentare ma valutare le possibili difficoltà che stai affrontando di conseguenza affrontarle. Saluti Mirko Dai Prà

 

(Risponde la Dott. Mirko Dai Prà)

Pubblicato in data 30/09/2013

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Che cos'ho? (1539793185617)

Jules, 26     Sono una persona che se le da fastidio qualcosa si toglie dalla situazione senza rompere troppo le scatole ma se vengo tirata in me...

Ansia, depressione (1539200804…

Marco, 30     Salve, volevo sapere cosa pensa della mia situazione e cosa sia meglio fare. A fine luglio ho fatto una prima donazione di sangue n...

Mi innamoro di persone che non…

Julia, 25     Buongiorno, sono una ragazza che non ha una normale vita sociale di una persona di 25 anni, né un buon rapporto con mio padre. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Coping

In che modo tendiamo a superare gli ostacoli e lo stress che la vita ci sottopone? Attuando strategie di coping!! Dall’inglese to cope (affrontare) il te...

Funzione riflessiva

“La funzione riflessiva è l’acquisizione evolutiva che permette al bambino di rispondere non solo al comportamento degli altri, ma anche alla sua concezione dei...

Ailurofobia

La ailurofobia o elurofobia comp. di ailuro-, dal gr. áilouros ‘gatto’, e -fobia. è la paura irrazionale e persistente dei gatti. La persona che manifesta ques...

News Letters

0
condivisioni