Pubblicità

Problemi di dieta(14727)

0
condivisioni

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 86 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Simona, 16

Ciao...sono Simona...volevo un parere su un mio strano comportamento...sto seguendo una dieta e in un paio di mesi sono passata dalla taglia 54 alla 48...avendo quindi enormi risultati. Il mio problema è che al posto di essere invogliata a continuare la dieta dal fatto che sono riuscita a dimagrire e non poco, è sempre più forte il desiderio in me di sospenderla definitivamente. In pratica più ottengo risultati, più mi passa la voglia di continuare. E la cosa mi fa star male perchè il mio sogno è quello di arrivare al peso-forma..ossia alla taglia 44...però per come mi comporto sembra che il mio desiderio sia ingrassare nuovamente! perchè? vi prego aiutatemi!!!grazie.

Cara Simona, l'inizio del dimagrimento, soprattutto quando i kg in più sono un pò, è piuttosto rapido. I primi risultati quindi sono quasi "magici". Poi però il calo ponderale non prosegue alla stessa velocità. Questo rallentamento è fisiologico, perchè prima si perdono molti liquidi, poi si comincia a intaccare la massa "magra", quella che forma i muscoli, infine viene aggredita la massa "grassa", cioè il vero e proprio grasso. Il grasso viene riconosciuto dal sistema metabolico come riserva nel caso di una carenza di cibo, dunque è l'ultima risorsa ad essere smaltita. Questo meccanismo rende tanto lento e difficile il vero e proprio dimagrimento come perdita di massa grassa. Dunque, se l'inizio è più semplice e i risultati arrivano immediatamente, non significa che continuerai a calare di peso nello stesso modo, e soprattutto, cosa più importante, devi mantenere il regime alimentare povero di carboidrati e grassi, ma aumentare l'assunzione di proteine man mano che vai avanti nella dieta, per aiutare il metabolismo a bruciare senza rallentare. La massa magra (i muscoli) è responsabile della velocità del metabolismo basale, cioè del numero di calorie che l'organismo brucia a riposo, solo per le funzioni vitali primarie (il numero di calorie bruciate stando a letto a riposo). Perdendo massa magra, quello che succede dimagrendo molto velocemente con diete sbilanciate, viene rallentato molto il metabolismo, che alla fine, se si riprende a mangiare come prima o anche meno, brucia molto meno rispetto a prima della dieta. Per questo poi si recupera addirittura più peso. Se vuoi davvero arrivare al tuo peso forma, e fino ad ora sei stata bravissima, non fare stupidaggini di testa tua, ma affidati ad un medico che si occupi di nutrizione e che ti dia un piano alimentare studiato su misura per te. Vedrai che questo, unito al tuo entusiasmo e alla tua giovanissima età, ti permetterà di modificare davvero il tuo corpo con la garanzia di mantenerlo, perchè il tuo metabolismo sarà stato rieducato a bruciare più di prima, non meno.

 

( risponde la dott.ssa Camilla Ponti )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di anoressia/bulimia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Mia moglie mi ha lasciato (153…

Emyls, 41     Salve, vi scrivo a seguito di questo tragico evento che sta per cambiare la vita della mia famiglia, mia dei miei figli. ...

Il mio ragazzo mi ha allontana…

Sara, 24     Salve Gentili Dottori, ho conosciuto pochi mesi fa un ragazzo e ci siamo messi insieme, per i primi due mesi è stato dolce, comprens...

Rapporto con la figlia (153578…

Gabriella, 62     Salve, avrei bisogno di un vostro parere riguardo il rapporto con mia figlia. Lei ha 36 anni è sposata felicemente senza figli ...

Area Professionale

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Arroccamento e rabbia di un ad…

Un caso clinico di un adolescente "arrabbiato", studiato attraverso il Test del Villaggio e illustrato dal Dottor Luca Bosco Oscar ha 14 anni e ha perso il pap...

Le parole della Psicologia

Istinto

Il termine istinto, come indica l'etimologia stessa (il termine latino “instinctus”, deriva da instinguere, incitare), è usato nel linguaggio ordinario per indi...

Acrofobia

L'acrofobia è definita come una paura dell'altezza. A differenza di una fobia specifica come l'aerofobia, ossia la paura di volare, l'acrofobia può generare uno...

L'attenzione

L'attenzione è un processo cognitivo che permette di selezionare stimoli ambientali, ignorandone altri. È quel meccanismo in grado di selezionare le informazio...

News Letters

0
condivisioni