Pubblicità

sono infelice (48858)

0
condivisioni

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 196 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Rosaura,23anni (22.2.2002)

Ciao mi chiamo Rosaura,ho 22 anni,sono infelice,mi sento disperatamente sola,piango sempre,a qualsiasi ora del giorno,mi si riempono gli occhi di lacrime,spessissimo,scendono da sole,sarà dovuto al mio stato d'animo.Ho provato ad parlare con 1 psicologo,ma dopo il terzo incontro ho preferito nn andarci +,mi faceva sentire STUPIDA,criticava anche il mio modo di vestire.Tutto secondo me ha avuto inizio,quando mi sono messa insieme ad 1 mio compagno(+ piccolo di me di 2 anni)da quando è iniziata questa storia,la mia vita è diventata 1schifo!
Adesso non staiamo + insieme,da 6 0 7 mesi,ma mi assilla in continuazione,gli succedono sventure ogni giorno di qualsiasi genere,mi telefona e comincia con i suoi piagnistei,sempre..sempre in continuazione,mi ANGOSCIA.1 altro motivo è il fatto che non mi piaccio,non mi accetto assolutamente,mi sento GROSSA DA MORIRE,il belllo è ke non riesco a dimagrire,ma mangio di +,non riesco a fermarmi,e pure sono cosciente ke la cosa di essere + tranquilla e di dimagrire dipenda da me,ma non ci riesco,mangio tutto,TUTTTTTO
Mi sento sola da morire,non riesco a trovare lavoro,le mie compagne -amiche,hanno tutte trovato occupazione,solo io non riesco,ma perchè cosa ho che non va in me?Non mi guarda nessuno,i ragazzi manco mi degnano di 1 sguardo,solo il mio ex,ke mi assilla in continuazione!Poi mi sono fissata con i tarocchi,faccio sempre consulti x riuscire ad attaccarmi a qualke notizia o respondo che possa darmi speranza ke le cose possano cambiare!Se avessi il coraggio di uccidermi..lo farei! ci sono proprio momenti ke nn riesco a superare la crisi!POTETE DIRMI COSA MI STA SUCCEDENDO X FAVORE!GRAZIE!

Cara Rosaura, sembra che ti trovi in un momento di forte svalutazione di te stessa e di profonda rabbia. Forse la storia con il tuo ex ti ha costretta a rimettere in discussione alcuni aspetti della tua vita, ma non credo sia la causa delle difficoltà che vivi nel rapposto con te stessa. Credo invece che le tue insicurezze fossero già presenti ed è su quelle che devi cercare di intervenire. Fino a quando sentirai dentro di te la voce che ti dice di essere sbagliata, difficilmente riuscirai a convincerti del contrario cercando conferme all'esterno. Il sentimento di "non essere all'altezza" purtroppo è potente, ed oltre un sentimento può diventare una lente attraverso la quale guardiamo la realtà che ci circonda, una lente che naturalmente distorce la realtà stessa, tanto da farci "selezionare" soltanto le situazioni che ci confermano, ancora una volta, la nostra convinzione interna, di non valere. I nostri meccanismi psicologici sono complessi, Rosaura; come uno specchio riescono a riflettere intorno a noi quello che viviamo dentro di noi, nonostante i tentativi che facciamo per mascherarli.
Dunque, Rosaura, devi fare qualcosa per confrontarti con quello che di te non ti piace, con i tuoi conflitti, con le incertezze relative alla tua identità, di persona e di donna; perchè sei tu il giudice più severo di te stessa, e per questo non fai che sentirti giudicata da chi ti circonda. Credo proprio che faresti bene ad intraprendere nuovamente un percorso psicoterapeutico, e se lo psicologo da cui sei andata non era quello che cercavi, permettiti di cambiare, cerca una persona che ti piaccia, con la quale ti senti a tuo agio ... anche se è probabile che comunque tu non possa evitare di sentire, proprio all'interno del rapporto psicoterapeutico che amplifica le proprie sensazioni interne, comunque il peso di essere sottoposta a giudizio. Se dovesse capitare nuovamente, non te ne andare, ma parlane con il terapeuta, perchè fa parte del tuo modo di percepire l'altro nella relazione, fa parte di te, e dunque potrebbe essere un elemento essenziale per la cura. Non voltare le spalle alle situazioni che ti creano conflitto, cerca di affrontarle fino in fondo.

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Compagno con attacchi di rabbi…

Chiara, 41     Sono Chiara ho 41 anni e sono incinta del mio primo figlio al quinto mese, ho sposato il mio compagno un mese fa, stiamo insieme d...

Bambina 10 anni e morte del no…

ELI, 43     Buongiorno, sono mamma di una bambina di 10 anni molto vivace intelligente e matura e al tempo stesso molto sensibile e ansiosa. ...

Cattivo rapporto con i genitor…

Fatina, 17     Da 4 mesi a questa parte non riesco più a stare bene, sia mentalmente che fisicamente. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Anginofobia

Con il termine Anginofobia si intende una patologia caratterizzata da una paura intesa di soffocare. Con il termine Anginofobia si intende una patologia caratt...

Schema corporeo

  Il termine schema corporeo definisce una rappresentazione cognitiva inconsapevole della posizione e dell'estensione del corpo nello spazio e dell'organi...

La Comunicazione

La comunicazione (dal latino cum = con, e munire = legare, costruire e dal latino communico = mettere in comune, far partecipe) nella sua prima definizione è l...

News Letters

0
condivisioni