Pubblicità

Disattenzione scolastica (144405)

0
condivisioni

on . Postato in Minori | Letto 387 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Mariangela, 24

Salve, sono mamma di una bambina di quasi 8 anni che frequenta la seconda elementare. Ci siamo trasferiti a settembre scorso da Bari a Roma per motivi miei di lavoro e vivo sola con lei dopo essermi separata da due anni con il padre. La bambina non ha vissuto tutto ciò serenamente, ma soprattutto ha sofferto per la lontananza dai miei genitori che hanno contribuito molto alla sua crescita. Ad oggi pare che si sia rassegnata a dover vivere questa situazione, ma noto una disattenzione scolastica a livello di apprendimento. La causa non so quale sia e neanche le maestre riescono a darmi una risposta o meglio scrivono quasi ogni giorno note in merito a compiti non svolti in classe perchè non capisce la spiegazione. Non so più che fare, continuo a darle punizioni negandole le cose che le piace fare di più, ma funziona per un breve periodo di tempo. Sono in crisi. Grazie per la vostra attenzione. 

 

Salve Mariangela, la sua bambina sta attraversando un periodo davvero difficile.. in pochissimo tempo ha perduto la vicinanza con il padre, la casa nella quale vivevate a Bari, le sue piccole amicizie e i suoi nonni che erano la sua gioia... forse un po' troppo per una bimba così piccolina. Io credo che darle punizioni "togliendole ciò che più le piace" sia ancora peggio. Quanto altro và tolto a questa bambina? Cos'altro deve perdere? Lei mi dice che si è trasferita per lavoro quindi deduco che lavorando non può passare tutto il tempo con sua figlia ed invece sarebbe molto importante donarle del tempo "buono" visto che le è rimasta solo lei! Mariangela quando si è piccoli si ha bisogno di certezze, di rituali sempre uguali, di sicurezze... io credo che sua figlia abbia avuto TROPPI cambiamenti ed ha bisogno di più rassicurazioni e non punizioni. Passi i pomeriggi con lei se è possibile, fate i compiti insieme e senza fretta, leggete il libro dei compiti e faccia in modo che la piccola abbia il tempo, senza fretta, di ripetere la lezione. La ripetizione e la sicurezza della sua presenza faranno migliorare di molto l'apprendimento della bimba. Se non dovesse avere il tempo di fare questo e fosse impossibile trovarlo può iscriverla ad un doposcuola o farla studiare da un'amica, ma l'unica vera soluzione è passare del tempo buono insieme, anche uscendo, parlando, raccontandosi, andando al cinema. Vedrà che andrà molto meglio. Auguri.

(Risponde la Dott.ssa Pagliaro Germana)

Pubblicato in data 13/02/2012

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

senso di colpa e dipendenza […

Marco, 30 anni Proverò a essere breve. Mi sono sempre sentito in generale infelice, anche quando le cose mi vanno bene, ho sempre avuto difficoltà nelle r...

Non ce la faccio più [15922277…

Ciao03, 16 anni Voglio finirla qua, non riesco più ad andare avanti. Ho 16 anni e sono sempre stata una persona estroversa e vivace piena di amici. Nonos...

Vorrei avere maggiori informaz…

eleonora, 33 anni  Buongiorno. Sono Eleonora, la ragazza di 33 anni che vi ha scritto (la mia domanda è intitolata “La mia vita con gli attacchi di p...

Area Professionale

Usi Facebook come professionis…

Facebook è uno strumento molto potente per il professionista ma, contemporaneamente, ha al suo interno molti pericoli che devono essere assolutamente evitati...

Allarme Coronavirus ed operato…

La pandemia per COVID-19 ha causato reazioni diverse, si è potuto osservare tentativi di minimizzare gli effetti di questa problematica e contemporaneamente com...

Il Test del Villaggio nel post…

Il periodo di pandemia collegata al Covid-19 tende progressivamente a ridursi e diventa utile analizzare le reazioni dei pazienti alla somministrazione del Test...

Le parole della Psicologia

Effetto Zeigarnik

L’effetto Zeigarnik è uno stato mentale di tensione causato da un compito non portato a termine. L'effetto Zeigarnik descrive come la mente umana ha più faci...

Autotopoagnosia

L'autotopoagnosia è un disturbo di rappresentazione corporea, clinicamente raro, in cui è presente l'incapacità di indicare le parti del corpo. Nella maggior p...

Narcoanalisi (o narcoterapia)

Detta anche narcoterapia, è una tecnica diagnostica e terapeutica, utilizzata in psichiatria, che consiste nella somministrazione lenta e continua, per via endo...

News Letters

0
condivisioni