Pubblicità

Attacchi di panico paura della morte (127937)

0
condivisioni

on . Postato in Ossessioni e Fobie | Letto 529 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Sara 21

Salve, io soffro di attacchi di panico scaturiti dalla paura di morire. Due anni fa ne soffrivo solo quando la sera mi mettevo a letto, venivo colta da questi attacchi solo se pensavo alla morte e che tutto, un giorno, dovrà finire. Ora però questi attacchi riempiono le mie giornate impedendomi di vivere, il pensiero della morte mi tormenta subito, da quando apro gli occhi al mattino, mi sembra di impazzire ed ormai a distanza di 2 anni anche il mio corpo ne inizia a risentire. Vorrei avere un consiglio, vorrei sapere cos'è la cosa giusta da fare, se uno psicologo potrebbe aiutarmi o se devo combattere da sola queste paure.

Carissima Sara, credo che uno psicoterapeuta sia la persona più adatta per aiutarti ad elaborare e possibilmente risolvere le tue paure; anzi, francamente non aspetterei altro tempo: cerca qualcuno cui rivolgerti e vai a fondo di questo tuo disagio. Sei molto giovane e alla tua età è più facile venirne a capo, non aspettare che il disturbo si “cronicizzi”. Vedrai, il lavoro interiore ti piacerà e ti aiuterà a liberarti delle tue paure inconsce.

(risponde la Dott.ssa Elisabetta Corberi)

Pubblicato in data 17/11/08

Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di paure per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Come si ritrova l'amore di viv…

polppols, 18 anni Ciao, ho 18 anni e non so bene come iniziare a scrivere questa richiesta. Non mi sono mai aperta con qualcuno liberamente e sinceramente ...

Problematiche relazionali [160…

m, 20 anni Salve, recentemente dei Miei amici mi hanno detto che dovrei vedere un terapeuta perché secondo loro ho dei problemi a capire come relazionarmi ...

Genitori che non ti accettano …

alice, 25 anni Buongiorno,scrivo perchè mi trovo in una situazione veramente difficile e ho bisogno di un consiglio. Dalla tarda adolescenza non sono mai a...

Area Professionale

Il disturbo pedofilico

Secondo il DSM-5 i criteri per diagnosticare ciò che prende il nome di disturbo pedofilico sono definiti come esperienze ricorrenti di eccitazione sessuale inte...

La psicologia forense

La psicologia forense, come definita dall'American Psychological Association è l'applicazione delle specialità cliniche al campo legale. La professione dello p...

Depressione adolescenziale e t…

Secondo un'analisi della letteratura, tra gli approcci psicoterapeutici che mostrano una certa efficacia nella gestione e trattamento della depressione adolesce...

Le parole della Psicologia

Limerence (o ultrattaccamento)…

È uno stato cognitivo ed emotivo caratterizzato da intenso desiderio per un'altra persona. Il concetto di Limerence (in italiano ultrattaccamento) è stato elab...

Castità

Il termine "Castità" deriva dal latino castus, "casto" - connesso probabilmente al verbo carere, "essere privo (di colpa). Esso indica, nell' accezione comun...

Negativismo

Con il termine Negativismo si può indicare, in linea generale, un comportamento contrario o opposto, di tipo sia psichico che motorio. ...

News Letters

0
condivisioni